Eurovision, Emma Marrone e l’inglese del traduttore: “To want is to can”

di redazione Blitz
Pubblicato il 15 Maggio 2014 13:24 | Ultimo aggiornamento: 15 Maggio 2014 13:26

Schermata 2014-05-15 a 13.22.40ROMA – Emma Marrone non mastica bene l’inglese, la cantante italiana che ha rappresentato il nostro Paese alla competizione europea Eurovision (quella vinta da Conchita Wurst) ha qualche difficoltà a parlare con l’intervistatore inglese madrelingua. Ma non è un problema: c’è il traduttore.

Traduttore che però sembra aggravare già la magra figura fatta da Emma, in difficoltà anche davanti a domande semplici e scandite con lentezza dal giornalista. Lei risponde fin dove può in inglese e poi passa all’italiano quando il giornalista chiede: “Come hai fatto ad avere così tanto successo in Italia a soli 29 anni?”. Lei sdrammatizza con un “Beh, volere è potere!”.Che il traduttore propone all’attonito giornalista inglese con un improbabile: “To want is to can“.