Filippine, 3 morti e 6 dispersi: gli effetti della tempesta tropicale Saola

Pubblicato il 1 agosto 2012 15:01 | Ultimo aggiornamento: 1 agosto 2012 19:09
[jwplayer config=”Blitz20120621″ mediaid=”1314612″]
Tempesta tropicale nelle FilippineMANILA (FILIPPINE) – Almeno tre persone sono morte e sei sono disperse nelle Filippine in seguito all’arrivo della tempesta tropicale Saola che ha provocato anche il taglio della corrente elettrica in diverse zone del Paese e costretto alla chiusura di molte scuole e uffici. La tempesta è giunta da nordest e si è aggiunta a un’area di bassa pressione che ha sferzato la capitale Manila nella notte con venti e un potente temporale.
La bassa pressione si è dissipata verso mezzogiorno e Saola, i cui venti hanno toccato 105 chilometri orari, con raffiche da 135 chilometri orari, dovrebbe dirigersi fuori dalla Filippine in direzione Taiwan nei prossimi giorni, secondo le previsioni del servizio metereologico nazionale.
Una delle vittime, un uomo, è deceduto per un attacco di asma mentre ieri stava venendo soccorso assieme ad un’altra persona da un traghetto che si è arenato nei mari agitati nella provincia di Romblon. Separatamente, due chiatte alla deriva al largo di Manila si sono schiantate contro una fila di baracche di legno costruite sulle palafitte nel distretto povero di Tondo, una delle aree più densamente popolate del mondo, dove vivono oltre 600mila persone. Lo schianto ha distrutto decine di abitazioni, ma non ha causato vittime o feriti. I residenti, spiega l’ufficiale della guardia costiera Noli Casiano, sono fuggiti dal vento e dalle onde prima che le chiatte colpissero le loro case.