Fiorentina, Stefano Pioli lascia casa dopo le dimissioni: il VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 Aprile 2019 18:40 | Ultimo aggiornamento: 10 Aprile 2019 18:48
Fiorentina, Stefano Pioli lascia casa dopo le dimissioni: il VIDEO

Fiorentina, Stefano Pioli lascia casa dopo le dimissioni: il VIDEO di Agenzia Vista

FIRENZE – Stefano Pioli ha deciso di dimettersi da allenatore della Fiorentina dopo la dura nota della società viola a poche ore dal tonfo interno contro il Frosinone. Pioli ha spiegato che ha presentato le dimissioni perché sono state messe in dubbio le sue qualità da allenatore e le sue qualità umane. Poco dopo è arrivata la reazione della Fiorentina che nel frattempo ha assunto Vincenzo Montella come nuovo tecnico.

Fiorentina attacca Pioli: “Il suo comportamento è ingiustificabile”.

Riportiamo di seguito la presa di posizione della Fiorentina dal sito internet dell’Ansa.
“Riteniamo Stefano Pioli una persona perbene che si è sempre comportata, fino a ieri, correttamente nei confronti della società. Per questo consideriamo il suo atteggiamento incomprensibile ed ingiustificabile, mettendo la società in una situazione inaspettata e complicata da gestire”.

Così, in una nota la Fiorentina risponde alle critiche che ieri Stefano Pioli ha esposto annunciando le sue dimissioni. Il comunicato della Fiorentina, “e riportato da tutta la stampa, era doveroso per chiarire la posizione della società – prosegue la nota riferendosi a quanto dichiarato domenica dopo la gara contro il Frosinone -, e per richiamare tutti al massimo impegno, senza offendere o delegittimare nessuno. Pertanto i motivi delle dimissioni di Pioli (a pochissimi giorni dalla scadenza del suo contratto) non c’entrano nulla”, e “il primo a saperlo è proprio Pioli – conclude la società”, invitando a guardare avanti “e concentrarsi esclusivamente sui risultati sportivi che dobbiamo e possiamo sicuramente ottenere”.

L’Associazione italiana allenatori si schiera con Stefano Pioli. 

Solidarietà e vicinanza a Stefano Pioli. La esprime l’Associazione italiana allenatori calcio – come si legge sul sito internet dell’Ansa – dopo aver letto il comunicato diffuso l’8 aprile 2019 dalla proprietà e dalla società viola che ha spinto il tecnico emiliano a dimettersi vedendosi mettere in discussione le proprie capacità professionali e soprattutto umane.

”Nessuno pone in discussione la libertà di ogni club di prefissarsi obiettivi e trarre valutazione – prosegue la nota dell’Aiac – tuttavia il richiamo a concetti quali serietà e competenza deve necessariamente essere operato con estrema cautela ancor laddove si pretenda, in poche righe, di mettere in dubbio l’impegno di coloro che lavorano per il club e di conseguenza la loro professionalità”.

L’Associazione si unisce ai numerosi attestati di stima nei confronti ”di un tecnico dalla carriera esemplare, che rappresenta un modello di lealtà e competenza nell’ambiente calcistico italiano”.

 


Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev.