Gaffe per Emmanuel Macron: sbaglia traduzione e definisce la first lady australiana “appetitosa”

di redazione Blitz
Pubblicato il 3 maggio 2018 11:27 | Ultimo aggiornamento: 3 maggio 2018 11:27
Gaffe per Emmanuel Macron: sbaglia traduzione e definisce la first lady australiana "appetitosa"

Gaffe per Emmanuel Macron: sbaglia traduzione e definisce la first lady australiana “appetitosa”

SYDNEY – Gaffe per il presidente Emmanuel Macron. Che i francesi non se la cavino molto con le lingue straniere è cosa nota, ma sembra che nemmeno il capo di Stato sia esente da questo vizio.

Al termine della sua visita in Australia insieme alla moglie Brigitte, in conferenza stampa con il premier Malcolm Turnbull, Macron ha ringraziato l’ospite e la consorte Lucy per l’accoglienza, definendo la first lady australiana “appetitosa”.

App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui

Ladyblitz – Apps on Google Play

Un errore che il presidente ha fatto volendo sfoderare, come di consueto all’estero, il suo inglese praticamente impeccabile. Solo che questa volta si è fatto cogliere in castagna, inciampando su un tranello linguistico, per la verità piuttosto crudele.

“I want to thank you for your welcome, you and your delicious wife”, ha detto. Poche ed educatissime parole ma che sono bastate a scalfire ciò che per molti era un mito incrollabile: l’infallibilità di Macron nella lingua di Shakespeare. In inglese, infatti, l’aggettivo “delicious” si usa solo per parlare di cibo, mai per le persone, a meno che non si vogliano fare allusioni di carattere sessuale.

Tradotta, l’uscita del neo-quarantenne di Amiens suonerebbe più o meno cosi: “Voglio ringraziare te e la tua appetitosa moglie per l’accoglienza”. Uno scivolone che ha suscitato risate e velato imbarazzo tra i presenti. Senza contare gli sfottò sui social: “Non è la traduzione ad essere sbagliata, è lui che è semplicemente francese”. O ancora: “Non puoi distrarti un secondo che questi francesi…”.

Proprio ieri sera la tv France 5 passava in rassegna i tanti lapsus del premier, Edouard Philippe, ormai campione in materia, o della ministra della Salute, Agnès Buzyn, che l’hanno sempre presa a ridere. A un anno dalla sua vittoria ora anche il presidente più anglofilo della storia francese – lo stesso che dall’Eliseo si rivolse in inglese a Donald Trump coniando lo slogan “Make Our Planet Great Again” – dovrà fare un piccolo bagno di umiltà.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other