Genova, fuga di gas: cittadini senza riscaldamento per una notte VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 febbraio 2019 8:05 | Ultimo aggiornamento: 4 febbraio 2019 10:04
Genova, fuga di gas: cittadini senza riscaldamento per una notte VIDEO

Genova, fuga di gas: cittadini senza riscaldamento per una notte

GENOVA – Genova senza riscaldamento per una notte. A causa della rottura di un tubo del gas gestito da Snam domenica 3 febbraio, la società ha chiesto ai genovesi di spegnere il riscaldamento almeno fino a lunedì mattina, utilizzando il gas solo per cucinare. Quasi tutta la città è coinvolta ad eccezione di tre quartieri del Levante Quarto, Quinto e Nervi.

Il guasto si è verificato domenica mattina a Murta, in Valpolcevera, dove sono state evacuate cinque case. Per questo il gestore, Iren, ha inviato una comunicazione di servizio urgente chiedendo a tutti i cittadini privati e a agli amministratori di condominio di spegnere il riscaldamento e di utilizzare il gas soltanto per cucinare.

Non c’è mai stata e non c’è una situazione di pericolo – chiariscono entrambe le società – ma la chiusura degli impianti renderà più semplice il lavoro di ripristino. Snam prevede che le forniture di gas naturale possano tornare regolari entro la mattinata di oggi, 4 febbraio.

“Consapevole dei disagi per i residenti della zona – si legge in una nota di Snam – la società ha immediatamente preso contatti con il Comune di Genova e le persone coinvolte per manifestare piena disponibilità a offrire supporto e ospitalità per la notte e ogni altro tipo di necessità”. 

Nel comunicato diffuso da Iren si chiede di “non utilizzare impianti di riscaldamento autonomo, con effetto immediato. Si invitano tutti gli amministratori di condominio, con effetto immediato, a chiudere l’impianto centralizzato intervenendo sulla valvola di intercettazione o di richiedere l’intervento del manutentore. Si invitano tutti i gestore calore, con effetto immediato, ad intervenire sugli impianti tele controllati o di intervenire con proprio personale per chiudere gli impianti centralizzati”.

Con un comunicato diramato nella mattina di lunedì Snam ha annunciato la fine dell’emergenza genovese: “Snam rende noto che sono state avviate le attività di ripristino della fornitura di gas naturale alla rete di distribuzione di Genova dopo gli interventi di riparazione seguiti al guasto registratosi nella giornata di ieri. Il personale di Snam e delle aziende fornitrici specializzate ha lavorato ininterrottamente dal pomeriggio di ieri per garantire il ritorno alla normalità in tempi rapidi”, si legge nella nota.

Anche Iren, il soggetto che si occupa della distribuzione, ha dato il via libera alla riaccensione degli impianti. Entrambe le aziende ribadiscono che non ci sono mai state situazioni di pericolo per la sicurezza. Qualche disagio, stamani, per le scuole ed edifici pubblici dove il riscaldamento era spento da venerdì ma gli impianti dovrebbero riportare le temperature a condizioni ottimali in poco tempo.

Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev