Gentiloni e i commissari socialisti cantano Bella Ciao al Parlamento Ue. La Meloni: “Sovietici” VIDEO

di Daniela Lauria
Pubblicato il 5 Dicembre 2019 9:16 | Ultimo aggiornamento: 5 Dicembre 2019 12:15
Gentiloni e i commissari socialisti cantano Bella Ciao al Parlamento Ue. La Meloni: "Sovietici" VIDEO

Il tweet di Giorgia Meloni con il video dei commissari socialisti che cantano “Bella Ciao”

BRUXELLES – I commissari del gruppo Alleanza progressista dei socialisti e dei democratici (S&D) cantano “Bella Ciao” al Parlamento europeo e Giorgia Meloni si indigna. “Scandaloso“, dice la leader di Fratelli d’Italia, come se la Resistenza fosse una roba da comunisti. Anzi lo caldeggia espressamente, condividendo un video dell’episodio intitolato “Unione sovietica europea”.

Il filmato, che immortala il commissario Ue per gli Affari economici Paolo Gentiloni mentre intona il famoso canto partigiano insieme agli altri commissari socialisti, è stato girato la scorsa settimana dopo aver ottenuto il via libera dell’assemblea. Oltre a Gentiloni ci sono anche i vicepresidenti della Commissione Ue Frans Timmermans e Maros Sefcovic, il commissario al Lavoro Nicolas Schmit, la commissaria per i Partenariati internazionali Jutta Urpilainen, la commissaria alla Coesione Elisa Ferreira, e la presidente del gruppo S&D Iratxe García Pérez.

Questo il commento di Giorgia Meloni su Twitter: “Solo io reputo scandaloso questo ridicolo teatrino da parte delle più alte istituzioni europee? Non hanno nulla di più importante di cui occuparsi?”. Fortuna che in molti sono accorsi a ricordarle quello che dovrebbe essere noto e assodato: “Bella Ciao è un inno partigiano, non centra nulla con il comunismo”, scrive qualcuno. “Bella Ciao è l’inno della liberazione che ti ha permesso, tra le altre cose, di essere votata e di votare (in quanto DONNA)”, evidenzia qualcun altro. E ancora: “Chi critica i partigiani probabilmente non ha a cuore l’Italia”.

Ma ecco che a dare man forte all’alleata arriva Matteo Salvini che sempre via Twitter commenta: “Ah beh, allora siamo a posto…! Complimenti a Pd e 5 Stelle per la scelta di Gentiloni come rappresentante dell’Italia in Europa, al prossimo giro canteranno anche Bandiera Rossa, poi Sanremo e tournée internazionale!”.

Di più, ospite a Stasera Italia, in onda su Rete 4, il leader della Lega parla addirittura di “spettacolo indegno”. Eppure è lui stesso a contraddirsi quando osserva: “Bella Ciao è cantata da una parte politica, poi a torto, perché la Resistenza non era solo rossa, c’erano i partigiani bianchi, quelli cattolici, federalisti”. Appunto. 

Chiude il coro di critiche l’europarlamentare Fulvio Martusciello, di Forza Italia: “Ma pensassero a lavorare che sono pagati per questo. Bonino, Frattini o Tajani che pure sono stati commissari europei non lo avrebbero mai fatto. Non è un caso che i commissari che cantano sono tutti socialisti. Noi popolari siamo seri e una cretinaggine del genere non l’avremmo mai fatta”.

Non si scompone più di tanto Paolo Gentiloni, che replica: “Mi dicono che qualcuno si è scandalizzato perché a una festa dei socialisti europei abbiamo cantato #BellaCiao. Per me, un onore”.

Fonte video: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev