Gino Paoli: “Genoa-Sampdoria, è una saga paesana. Dovrebbe esserci un’unica squadra”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 maggio 2019 16:14 | Ultimo aggiornamento: 16 maggio 2019 16:16
Gino Paoli: "Genoa-Sampdoria, è una saga paesana. Dovrebbe esserci un'unica squadra"

Gino Paoli: “Genoa-Sampdoria, è una saga paesana. Dovrebbe esserci un’unica squadra”

GENOVA – Claudio Magris ha presentato i suoi libri ‘Citta’ di mare’ e ‘Tempo Curvo a Krems’, con Margherita Rubino e Gino Paoli, a Genova nella cornice del Salone del Maggior consiglio di Palazzo Ducale. A margine di questo evento, Gino Paoli ha parlato anche di calcio: “Genoa e Sampdoria è una saga paesana… a Genova dovrebbe esserci un’unica squadra. Bisogna essere contenti per quello che fa la città di Genova nel mondo del calcio. A prescindere dalle vittorie di Sampdoria o Genoa”.

Gino Paoli e il concerto evento al teatro Morlacchi: “Una lunga storia”.

“Una lunga storia” di musica è quella di Gino Paoli che taglia nel 2019 il ragguardevole traguardo dei 60 anni di carriera. Per festeggiare come si deve questo speciale anniversario Umbria Jazz ha voluto inserire nel cartellone dell’edizione estiva 2019 un concerto/evento al teatro Morlacchi il cui titolo, “Una lunga storia”, è l’evidente citazione di uno degli indimenticabili successi scritti da Paoli.

Sul palco Jazz, il 13 luglio, l’Orchestra da Camera di Perugia diretta dal maestro Marcello Sirignano, oltre all’inseparabile compagno di viaggio, Danilo Rea, che accompagna al pianoforte il Gino Paoli contemporaneo e inedito. I due presentano infatti i brani del nuovo album in uscita.

La parte del concerto dedicata ai tanti e intramontabili classici di Paoli è invece affidata a tre grandi musicisti del jazz italiano come Rita Marcotulli, pianoforte, Alfredo Golino, batteria, e Ares Tavolazzi, contrabbasso. È la stessa band dei concerti del tour “Paoli canta Paoli” (fonte Ansa).

Di seguito il video con le dichiarazioni rilasciate da Gino Paoli su Genoa e Sampdoria / Courtesy Giuseppe Sciortino
Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev.