Giorgia Meloni: “Il bancomat chiede a cosa ti servono i soldi. Fatti i fatti tuoi, guardone” VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 19 Ottobre 2019 20:09 | Ultimo aggiornamento: 19 Ottobre 2019 20:10
Giorgia Meloni sul palco in piazza san Giovanni

Giorgia Meloni sul palco in piazza san Giovanni

ROMA  –  “Beppe Grillo è passato dal Vaffaday contro il Pd, al Vaffaday contro chi non governa con loro”: ha esordito attaccando il fondatore di M5s Giorgia Meloni, applauditissima alla manifestazione del centro destra in piazza San Giovanni a Roma. 

“Adesso hanno messo il tetto al contante e dobbiamo pagare col bancomat. Tra un po’ andremo al bancomat a prelevare i nostri soldi e il bancomat ci chiederà: ‘perché hai prelevato cento euro, che ci devi fare?’. Ma fatti gli affari tuoi, guardone. Metodi staliniani. E noi diciamo no ai metodi staliniani”, ha detto la leader di Fratelli d’Italia, commentando le misure della manovra. 

“Piazza San Giovanni una volta era simbolo della sinistra, dove prima c’erano le bandiere rosse adesso sventolano quelle tricolori, è un segnale cari compagni che siete stati sconfitti dalla storia. Noi in piazza per chiedere la libertà e voi barricati nei palazzi. Non parlo solo del Pd ma anche dei 5 Stelle, adesso sono stipati come sardine in salamoia. Usano i bambini come scudi umani per assicurare la cittadinanza a tutti. Questo dice la legge Boldrini, ma noi diciamo no, perché se vuoi essere italiano te la devi meritare, la devi sudare. Non è un diritto è un premio. Ci batteremo per i nostri simboli, per difendere la nostra integrità, Dio patria e famiglia, e fatevene una ragione”, ha detto Meloni. 

Quindi ha aggiunto: “No a genitore uno e genitore due, noi difendiamo i nostri nomi perché non siamo codici. Io sono una donna, una madre e cristiana e non me lo toglierete”. (Fonti: Ansa, Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev)