Giuseppe Conte, il discorso integrale dopo aver ricevuto l’incarico da Mattarella VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 Agosto 2019 14:10 | Ultimo aggiornamento: 29 Agosto 2019 14:10
Giuseppe Conte, il discorso dopo aver ricevuto l'incarico da Mattarella VIDEO

Giuseppe Conte durante il discorso al Quirinale (foto ANSA)

ROMA – Governo “per” e non “contro”, che affronti subito il nodo della crescita e dell’aumento dell’Iva. Governo del coraggio, con cui dare certezze e speranze agli italiani. Sono questi alcuni dei punti chiave del discorso di Giuseppe Conte dal Quirinale dopo aver ricevuto l’incarico dal presidente Sergio Mattarella. “Ho avuto dubbi ma ho pensato all’interesse dei cittadini”, spiega Conte motivando così la scelta di presiedere anche il governo M5S-Pd. Con una premessa: “il nuovo umanesimo”, tra i concetti a lui più cari, “non è uno slogan ma l’orizzonte del Paese”. Ecco il testo dell’intervento.

“Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che ringrazio, mi ha conferito l’incarico di formare il governo, incarico che ho accettato con riserva. Oggi stesso avvierò le consultazioni con tutti i gruppi parlamentari e, all’esito di questo confronto, mi dedicherò a elaborare un programma insieme alle forze politiche che hanno espresso il loro sostegno a favore di questo nuovo progetto politico e che desidero, sin d’ora, qui ringraziare”.

“È una fase molto delicata per il Paese: dobbiamo uscire al più presto dall’incertezza politica innescata dalla crisi di governo. Stiamo attraversando una congiuntura economica che presenta alcune criticità: l’economia globale soprattutto in Europa sta rallentando, anche per effetto delle tensioni commerciali in atto, in particolare tra Stati Uniti e Cina. Ci separano poche settimane dall’inizio della sessione di bilancio; dobbiamo metterci subito all’opera per definire una manovra economica che contrasti l’aumento dell’IVA, che tuteli i risparmiatori e che offra una solida prospettiva di crescita e sviluppo sociale”.

“Siamo agli albori di una nuova legislatura europea e dobbiamo recuperare il tempo sin qui perduto per consentire all’Italia – Paese fondatore dell’Europa – di svolgere un ruolo da protagonista, ruolo che merita. Dobbiamo adoperarci per trasformare questo momento di crisi in opportunità e in occasione di rilancio. Il Paese ha l’esigenza di procedere speditamente”.

“Con questa consapevolezza mi confronterò con le forze politiche che si sono dichiarati disponibili a sostenere il nuovo progetto. Preciso subito che non sarà un Governo contro. Sarà un Governo per il bene dei cittadini, per modernizzare il Paese, PER rendere la nostra Nazione ancora più competitiva nel contesto internazionale, ma anche più giusta, più solidale, più inclusiva. Realizzerò un Governo nel segno della novità: è quello che mi chiedono le forze politiche che hanno annunciato la disponibilità a farne parte. Questo è il momento di una nuova stagione, un’ampia stagione riformatrice, di rilancio e di speranza, che offra al Paese risposte e anche certezze”. (fonte ANSA)

Fonte video: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev