Grillo, brindisi con i parlamentari M5s sulla terrazza dell’hotel “Forum” a Roma VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 17 dicembre 2018 15:58 | Ultimo aggiornamento: 17 dicembre 2018 15:58
grillo brindisi terrazza hotel

Grillo, brindisi con i parlamentari M5s sulla terrazza dell’hotel “Forum” di Roma

ROMA – Beppe Grillo all’hotel Forum di Roma per un brindisi con i parlamentari M5s. Domenica 16 dicembre, il fondatore del Movimento 5 Stelle era a Roma per salutare con un brindisi i suoi parlamentari, dopo che questi ultimi avevano salutato i primi sei mesi di governo con una festa organizzata  in discoteca la scorsa settimana. Agenzia vista di Alexander Jakhnagiev pubblica il filmato. 

Dopo il brindisi, Grillo si è intrattenuto per la cena sulla terrazza dell’albergo, lo stesso luogo in cui oggi, lunedì 17 dicembre, ha pranzato con Sergio Costa, il ministro dell’Ambiente, infatti, nella giornata di ieri non poteva essere presente al brindisi ed ha rimediato così Con loro anche il sottosegretario sempre M5s,  Salvatore Micillo. Al termine del pranzo, Costa ha assicurato ai cronisti di non aver parlato di ecotassa: “No no, vi assicuro. Abbiamo parlato dello spaghetto…”, ha scherzato. 

Cosa ha deciso il governo sull’ecotassa

Nel vertice di maggioranza che si è tenuto questa notte è stato deciso il restringimento dell’ecotassa solo su suv e auto di lusso. di coseguenza, questa decisione potrebbe portare ad un conseguente restringimento anche della platea dell’ecosconto per le auto a basse emissioni. Attualmente le due misure, così come approvate alla Camera, si coprono a vicenda, con incassi della tassa stimati in 300 milioni di euro nel 2019 (e di poco superiori negli anni successivi) da destinare agli incentivi per elettriche, ibride o poco inquinanti.

Se il governo dovesse però decidere, come annunciato in nottata, di limitare l’aggravio fiscale solo alle auto di grossa cilindrata, potrebbe essere anche costretto, a quanto si apprende, a comprimere di pari passo la platea di vetture beneficiarie dello sconto. Secondo l’emendamento approvato a Montecitorio, il bonus è suddiviso in tre fasce: 1.500 euro per le auto che emettono tra 70 e 90 grammi di CO2 al km, 3.000 euro tra 20 e 70 g/km e 6.000 euro tra 0 e 20 g/km. Luigi Di Maio, ‘padre’ della misura, ha garantito che lo sconto di 6.000 euro sarà confermato anche nella versione definitiva.