India, pioggie monsoniche eccezionali: si temono oltre mille morti (video)

Pubblicato il 20 Giugno 2013 21:00 | Ultimo aggiornamento: 20 Giugno 2013 21:00
India, pioggie monsoniche eccezionali

India, pioggie monsoniche eccezionali

DEHRADUN (INDIA) – E’ di almeno 138 morti accertati e di oltre 50.000 persone intrappolate tra le montagne il bilancio ufficiale delle eccezionali piogge monsoniche che dallo scorso fine settimana stanno flagellando l’India settentrionale, e in particolare lo Stato nord-occidentale dell’Uttarakhand. Secondo diverse fonti locali, tuttavia, le vittime in realta’ ammonterebbero a piu’ di mille e stando a una parlamentare del posto, Shaila Rani Rawat, sarebbero addirittura gia’ circa duemila.

La situazione è aggravata dal fatto che nell’Uttarakhand, detto anche lo ‘Stato degli Dei’ per i numerosi templi e santuari induisti che lo costellano, è in pieno corso la stagione dei pellegrinaggi, e molti fedeli sono stati così sorpresi in quota da alluvioni e smottamenti. Numerosi anche i turisti stranieri bloccati. La natura impervia e remota delle mete religiose ha fatto si’ che le comunicazioni siano diventate alquanto difficili, e cosi’ le cifre dell’emergenza divergono sensibilmente tra loro. Si calcola comunque che finora siano stati tratti in salvo non meno di 33.000 sfollati.

Quasi diecimila i soldati dispiegati dal governo centrale di New Delhi per i soccorsi, ma le comunicazioni terrestri quasi impossibili hanno imposto un ampio ricorso agli elicotteri. I monsoni provocano sempre inondazioni nella regione, ma quest’anno hanno superato ogni previsione, giungendo per di più con largo anticipo rispetto alla norma e cogliendo così di sorpresa le autorità.

[jwplayer player=”1″ mediaid=”1599167″]