Jay-Z compra i Nets e li porta a Brooklyn

Pubblicato il 27 settembre 2012 19:00 | Ultimo aggiornamento: 27 settembre 2012 19:01

[jwplayer config=”Blitz20120621″ mediaid=”1353635″]

JAy Z NEW YORK –  “Sì, penso di essere il sogno americano”. Jay-Z ha tutte le ragioni per pensarlo, Il rapper e imprenditore statunitense fatto molto nella sua carriera, ma la sua ultima impresa gli sta dando definitivamente la sensazione che lui come se stesse vivendo il sogno americano.

Infatti il 42enne produttore discografico mai avrebbe immaginato, quando era un ragazzo povero di Brooklyn, che un giorno avrebbe acquistato una squadra di basket. Ora invece Jay-Z è uno dei proprietari dei Brooklyn Nets e sta impegnandosi per spostare la squadra dal New Jersey. La sua sensazione è che la sua storia dalle stalle alle stelle incarni tutto ciò che è possibile fare in America. ha detto il rapper – l’intera questione che si può venire qui e tirarsi su con le proprie forze, che è quello che l’America ha sempre realizzato e che noi rappresentiamo. Sì, sento di aver vissuto tutto questo”.

Da ragazzino, i suoi sogni di gloria erano sul campo da basket. “Sì, avete presente il ‘tre-due-uno, il tempo scade e segna il tiro decisivo’ – racconta – ma nessuno si è mai sognato in campo che un giorno avrei posseduto i Knicks. Sì, è ben oltre i miei sogni più folli”. Ora che è co-proprietario dei Nets, ha anche disegnato il logo in bianco e nero del team. Brooklyn non ha una squadra professionale sin da quando i Brooklyn Dodgers si sono trasferiti a Los Angeles dopo la stagione di baseball del 1957.

Oltre a essere un uomo di grande successo imprenditoriale, Jay-Z è un filantropo e politicamente attivo – naturalmente, dalla parte di Barack Obama. Sono in tanti colleghi a stimare il produttore, che ha creato l’etichetta Roc Nation e gestisce artisti del calibro di Shakira, Rihanna, M.I.A., Mark Ronson, Santigold. Il rapper Bow Wow guarda a Jay-Z come esempio, e che la mossa , di portare i Nets a Brooklyn sarà quella che lo renderà immortale. “Penso che sia la cosa di maggiore ispirazione per ogni bambino che cresce in ogni ghetto e di ogni sobbordo, che si può fare quello che vuoi se ti metti in testa di farlo. E’ un grande uomo da seguire” ha detto Bow Wow.