Lanzo Torinese, senzatetto pestato dagli amici alla stazione VIDEO

Pubblicato il 14 agosto 2018 12:19 | Ultimo aggiornamento: 14 agosto 2018 12:19
Lanzo torinese

Lanzo Torinese, senzatetto pestato dagli amici alla stazione

TORINO – Quattro senzatetto da diverso tempo abitano e bivaccano nella stazione di Lanzo Torinese [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play]alle porte del capoluogo piemontese. Qualche notte fa uno di loro è stato massacrato di botte dagli amici.

Il pestaggio è stato ripreso da una telecamera ed è stato postato su Facebook sul gruppo “Sei di Lanzo se…”. Ovviamente il video ha scatenando un acceso dibattito tra gli utenti del social. C’è chi si è detto sdegnato e chi preoccupato. Il primo cittadino di Lanzo Torinese Tina Assalto ha detto di aver visto il video e di volersi confrontare con i Carabinieri per decidere il da farsi: “Purtroppo – spiega la Assalto – come sindaco posso fare ben poco, la legge non ce lo permette. E il numero dei militari nella caserma cittadina dovrebbe essere più cospicuo altrimenti diventa complicato il controllo del territorio”.

L’aggressione è avvenuta nella notte tra sabato e domenica e tra pugni, caldi e insulti è durata in tutto sette minuti. L’uomo picchiato finisce a terra poi viene fatto sedere su una panchina: “Alzati, non ti picchio più” gli dice qualcuno. “Alzati che se volevo ti schiacciavo la testa” aggiunge un altro.

“Io con voi non ho mai sbagliato” dice l’uomo a terra mentre para i colpi che riceve dagli “amici”. La sera stessa, una pattuglia dei Carabinieri ha identificato i quattro soggetti, probabilmente ubriachi o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. Le indagini sono intanto cominciate. E’ difficile però che la persona picchiata denunci i suoi aggressori. E infatti il giorno dopo, la persona picchiata era di nuovo in stazione con le altre persone e si comportava come se non fosse accaduto nulla.

“Io non posso vietare a qualcuno di girare a piedi per la città. Anche se mi rendo conto che la gente possa essere infastidita e questa sia una situazione da risolvere in qualche modo” dice ancora il sindaco. Agenzia Vista di Alexander Jakhnagiev pubblica il video in uan versione in cui però non è possibile ascoltare il dialogo tra gli aggressori e l’aggredito.