Lapo Elkann, tre condanne per estorsione: pene fino a 4 anni. Il VIDEO del ricatto

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 Giugno 2015 9:13 | Ultimo aggiornamento: 13 Giugno 2015 9:13
Un frame del video

Un frame del video

ROMA – Il gup di Milano, Giuseppe Vanore, ha condannato i fratelli Enrico e Giovanni Bellavista rispettivamente a 4 anni e a 3 anni e 6 mesi di reclusione per un’estorsione ai danni di Lapo Elkann. È stato condannato a 2 anni e 8 mesi di anche il padre, Renato. Disposta anche una provvisionale da 50 mila euro a Elkann, parte civile. Si è così concluso così con tre condanne il procedimento con rito abbreviato a carico dei fratelli Bellavista e del loro padre, accusati con il fotografo Fabrizio Pensa di concorso in estorsione ai danni di Lapo Elkann.

Enrico Bellavista, come racconta il Corriere della Sera, era stato arrestato in flagranza di reato per estorsione lo scorso 2 dicembre mentre, in una stanza dell’hotel Four Season, intascava 90mila euro da un collaboratore di Elkann. Si trattava di una trappola organizzata dagli investigatori dopo la denuncia dell’imprenditore, che ha raccontato di essere sotto ricatto e di aver già versato 30mila euro per un video compromettente ripreso nel giugno precedente in cui appare seminudo, vicino a delle piste di cocaina stese su un tavolo.