Lazio, Inzaghi ufficializza la pace con Immobile: “E’ tutto ok” VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 Settembre 2019 19:17 | Ultimo aggiornamento: 29 Settembre 2019 19:17
Lazio Inzaghi Immobile video E' tutto ok, pace fatta

Lazio, Inzaghi nella foto Ansa

ROMA – Pace fatta tra Simone Inzaghi e Ciro Immobile. Dopo l’abbraccio in campo, anche in conferenza stampa Inzaghi ha ufficializzato la pace con il suo bomber: “E’ tutto ok, la situazione è stata ingigantita. Non c’era nemmeno bisogno dell’abbraccio in campo”. Di seguito, le dichiarazioni rilasciate da Inzaghi al sito ufficiale della Lazio.

“A Milano eravamo stati poco cinici, ma Handanovic aveva portato a termine ottimi interventi. Oggi, allo stesso modo, Thomas Strakosha è stato decisivo con le sue parate e noi siamo riusciti a sfruttare le occasioni create. Lo stadio oggi ci ha trascinati.

Sapevo che il Genoa avrebbe cambiato tatticamente nella ripresa, ma ho una squadra di giocatori molto esperti che sanno quello che vogliono. Luiz Felipe ha fatto molto bene con Parma e Genoa, avrebbe potuto far meglio a Milano come tutti i suoi compagni. Punto molto su di lui, ha ampi margini di miglioramento ed ha davanti a lui un grande futuro”.

“Abbiamo disputato una grande gara. Siamo stati lucidi ed abbiamo sfruttato le occasioni create. Ci godiamo la vittoria ma giovedì abbiamo una nuova partita e domenica ancora un’altra. Non sapevamo dei cambi di Andreazzoli durante l’intervallo: quando siamo rientrati in campo avevamo intuito che, con l’inserimento di Pandev per una mezzala, qualcosa sarebbe cambiato nell’assetto di gioco dei rossoblù ma i ragazzi hanno recepito tutte le indicazioni.

Non c’era bisogno dell’abbraccio di Immobile, è un grande calciatore ma soprattutto un grande uomo. L’episodio era già chiuso dopo Parma, spiace solo che fosse accaduto sotto i riflettori. Sono concento che abbia segnato, ha disputato un’ottima partita.

La nostra testa è proiettata a giovedì, dopo la gara di Europa League penseremo alla trasferta di Bologna. Radu è una parte importante nel nostro spogliatoio, è un calciatore intelligente, può ancora dare tanto: il mio percorso qui è iniziato con lui, Parolo, Lulic ed Immobile, ovvero quelli della vecchia guardia che ancora possono darmi tanto.

È prematuro pensare alla formazione da schierare contro il Rennes, dovrò vedere come recupereranno i giocatori impiegati oggi e come stanno quelli rimasti a disposizione, potrò farmi delle idee ma alla fine la certezza la dà solo il campo”. (Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev).