YOUTUBE Livorno, vento forte e mareggiate: interrotti collegamenti con le isole

di redazione Blitz
Pubblicato il 17 gennaio 2018 15:49 | Ultimo aggiornamento: 17 gennaio 2018 15:49
livorno-mareggiate-vento

Livorno, vento forte e mareggiate: interrotti collegamenti con le isole

LIVORNO – Vento forte e mareggiate. A Livorno interrotti i collegamenti con le isole minori a causa del forte vento di Libeccio che dalla sera di martedì 16 gennaio sferza la costa Livornese. Il vento ha provocato numerosi danni con molti interventi dei vigili del fuoco in città e all’isola D’Elba.

A causa del forte vento stanotte lo Star Kinn, un cargo porta cellulosa ormeggiato all’alto fondale ha rotto gli ormeggi danneggiando nell’urto la banchina e lo scafo. La punta massima registrata a Livorno, come segnalano dall’Avvisatore marittimo è stata di 65 nodi, circa 120 km/h alle 6.10 di oggi, mercoledì 17 gennaio. Sospeso anche il collegamento con Capraia, la corsa di stamani del Liburna è stata posticipata alle 16, sempre che le condizioni lo permettano, mentre in arrivo a Livorno sono previsti in mattinata dalla Sardegna il Moby Wonder e lo Zeus Palace.

Da stamani alle 5 come confermano dalla capitaneria di Portoferraio, sono stati interrotti i collegamenti dei traghetti anche con l’isola d’Elba. Gli interventi dei vigili del fuoco al momento sono concentrati nel centro a Livorno, con disagi alla circolazione per la chiusura al traffico di un tratto del viale Italia, e sull’Isola d’Elba. Numerosi gli interventi dei vigili del fuoco per rami o alberi pericolanti e una ventina in attesa. E’ intervenuta anche la capitaneria di porto, nell’incidente di questa notte nel porto di Livorno quando la nave Star Kinn, battente bandiera norvegese, intorno alle 3, ha rotto gli ormeggi alla calata Alto fondale, andando ad urtare alla radice del molo in prossimità dell’accosto 43, creando danni all’infrastruttura.

Una voragine di alcuni metri si è aperta in banchina – si spiega in una nota della Capitaneria di porto – dopo che la nave, un cargo di circa 40.000 tonnellate di stazza, per circa 200 metri di lunghezza, in balia dal forte vento, è entrata in collisione con la banchina. Sul posto, nell’immediato, sono intervenuti gli uomini del nucleo nostromi della Guardia costiera che poi ha coordinato le operazioni recupero e riormeggio dell’unità, avvenute grazie alla spinta di due rimorchiatori portuali. Con un pilota del porto a bordo, e il contributo degli ormeggiatori, la nave è stata riposizionata all’accosto 44, a circa una quarantina di metri dal luogo dell’incidente. In mattinata gli ispettori del ‘Port State Control’ della Capitaneria di porto sono saliti a bordo della nave al fine di chiarire le cause dell’incidente e verificare, anche con l’intervento dell’ente di classifica, le condizioni di sicurezza e navigabilità del cargo. Dai primi controlli, da confermare tramite ispezioni subacquee, non appena le condizioni meteo lo permetteranno, sembrerebbe che l’unità navale abbia riportato danni alla timoneria e all’elica. Su YouTube diversi filmati testimoniano la furia del vento con le conseguenti mareggiate.