Luca Barbarossa a Eros Ramazzotti: “Ho detto io ti uccido, in campo siamo bimbi”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Giugno 2015 11:07 | Ultimo aggiornamento: 4 Giugno 2015 11:07
Luca Barbarossa a Eros Ramazzotti: "Ho detto io ti uccido, in campo siamo bimbi"

Luca Barbarossa a Eros Ramazzotti: “Ho detto io ti uccido, in campo siamo bimbi”

ROMA –  Luca Barbarossa. E’ stato lui a prendere a male parole Eros Ramazzotti durante la partita del cuore del 2 giugno. Vicenda iniziata per un duro fallo di Pavel Nedved sul rapper Moreno che ha scatenato un parapiglia in campo con insulti e un accenno di rissa. Dopo la partita Ramazzotti su Instagram ha pubblicato  gli insulti ricevuti: “Se mi ritocchi ti ammazzo davanti a tutti”. Parole, a questo punto con la mezza ammissione del cantante è chiaro, pronunciate da Barbarossa. Dopo 24 ore, però, i due si sono sentiti e chiariti. Pace fatta, come racconta Barbarossa in una intervista a Radio Capital:

“Quando giochiamo a pallone la nostra età è di 10 anni. Quindi ieri per 30 secondi ci si è un po’ annebbiata la vista, abbiamo litigato. Non avrei mai pensato nella vita di litigare per Nedved. Ma siamo due fratelli con Eros, lo siamo sempre stati. E comunque se ogni volta che litighiamo otteniamo 2 milioni per la ricerca dobbiamo farlo più spesso”

Sul fallo di Nedved: “E’ stato un po’ pesante. Il nervosismo è nato da lì, non ce lo aspettavamo da un campione come lui. Lì forse io l’ho attaccato troppo e Eros ha esagerato nel difenderlo”.