Luigi De Fanis, assessore arrestato per corruzione: l’audio che lo incastra

di redazione Blitz
Pubblicato il 3 gennaio 2014 22:33 | Ultimo aggiornamento: 3 gennaio 2014 22:33

efanisPESCARA – La registrazione audio che ha portato all’arresto dell’ex assessore alla Cultura della Regione Abruzzo, Luigi De Fanis, per corruzione é online: a diffonderla è stato il sito Repubblica.it. L’audio è stato registrato dall’imprenditore dello spettacolo Andrea Mascitti.

De Fanis è lo stesso assessore che, settimane fa, finì sui giornali per il “contratto” che aveva fatto firmare alla sua segretaria che prevedeva l’obbligo di un rapporto sessuale a settimana.

Nella registrazione, della durata di due minuti e 12 secondi, Mascitti presenta a De Fanis il preventivo per il Premio Nascimbene, ma l’assessore chiede di gonfiare i costi:

“Queste sono le spese vere? 2300 euro? Allora chiedi quattro… Questo è quello che deve venire a me…”.

Secondo l’accusa, De Fanis avrebbe chiesto tangenti per l’organizzazione del concorso internazionale di musiche da film ‘Mario Nascimbene Award’, e per un evento al Salone del Libro di Torino. Il meccanismo messo in atto sarebbe stato quello di gonfiare le fatture. Ad inchiodare De Fanis e la sua segretaria anche intercettazioni telefoniche ed ambientali.

Così da 22 mila euro si arriva a 30 mila, con l’assessore che invita l’imprenditore a modificare il preventivo secondo le sue indicazioni.

“Noi sappiamo – spiega l’assessore a Mascitti – che contando con il tuo è questa cifra qua! ok? Tu però devi chiedere questo in modo che io possa dare 25, 26”.

Poi parlando della seconda fase del Premio, di fronte a una richiesta di 2.300 euro da parte dell’imprenditore l’assessore invita Mascitti a gonfiare le spese vere fino a 4 mila euro. Al colloquio è presente e interviene anche la segretaria dell’assessore.