Mahmood: “Sono pro artisti italiani. Mio padre e la musica araba…” VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 15 Marzo 2019 10:56 | Ultimo aggiornamento: 15 Marzo 2019 12:01
mahmood beppe sala milano

Mahmood canta accanto al sindaco di Milano Beppe Sala

MILANO – “Sono pro musica italiana”. Così Mahmood, il rapper milanese che ha vinto il festival di Sanremo, ha parlato dei suoi gusti musicali nel corso dell’intervista che gli ha fatto il sindaco di Milano, Beppe Sala, al Rocket, un locale della città.

“Ascolto sempre molta musica italiana, oggi ci sono molti giovani cantautori che hanno voglia di fare e hanno talento”, ha aggiunto. “Sono cresciuto con una mamma sarda e un papà egiziano – ha ricordato parlando della musica che ha sentito da piccolo – .

Mia mamma mi faceva ascoltare i cantautori come Battisti, Dalla e De Gregori, mio padre la musica araba che non mi piaceva, ma adesso torna con quelle melodie nel modo in cui scrivo”.

Mahmood è nato e cresciuto nella periferia di Milano. Il sindacoaveva annunciato sulla sua pagina Facebook il giorno e il luogo (giovedì alle 19 al locale Rocket sui Navigli) dell’intervista, dicendo ironicamente: “Per una volta non sarò io l’intervistato, ma chiederò a lui di parlarmi di come vive Milano e di cosa può fare la nostra città per i giovani. Non vi prometto un duetto. Però, se venite in tanti, magari lo convinciamo a fare un pezzo!”.

Il duetto non c’è stato e Mahmood si è convinto a cantare “Soldi” a cappella. Durante l’esibizione, il sindaco di Milano Beppe Sala lo ha accompagnato battendo le mani.  

Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev, Ansa