Maltempo in Lombardia, la cascata dell’Acquafraggia a Piuro dopo la piena del fiume VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 13 Giugno 2019 10:02 | Ultimo aggiornamento: 13 Giugno 2019 10:02
Maltempo in Lombardia, la cascata dell'Acquafraggia a Piuro dopo la piena del fiume VIDEO

Maltempo in Lombardia, la cascata dell’Acquafraggia a Piuro dopo la piena del fiume

LECCO – Il maltempo che mercoledì 12 giugno si è abbattuto sulla Lombardia settentrionale ha provocato frane, smottamenti, allagamenti, danni alle coltivazioni, chiusure di strade e soprattutto ha portato a decidere l’evacuazione di un migliaio di persone, tanto che la Regione sta calcolando i danni per chiedere lo stato di emergenza nazionale. E sono impressionanti le immagini della cascata dell’Acquafraggia a Piuro (Sondrio) dopo la piena del fiume.

A Como il lago è esondato ed è stata chiusa la strada che costeggia il Lario perché invasa dall’acqua. La situazione più difficile, però, si è registrata nella provincia di Lecco, dove si è temuto per la diga di Pagnona: solo nel pomeriggio è stata revocata l’allerta per il superamento delle quote massime dell’invaso. Nel frattempo è stato predisposto un piano di evacuazione per circa 800 persone (400 già fatte allontanare prima di sera), e altre ancora in diversi Comuni della Valsassina.

Allagamenti si sono verificati a Premana, Pagnona, Primaluna, dove sono esondati i tre torrenti di Valle Molinara, Valle Noci, Valle del Fus. Le strade si sono trasformate in cascate di acqua e fango. E’ stata interrotta la circolazione in varie strade e anche della linea ferroviaria fra Lecco e Chiavenna, in provincia di Sondrio, fra Colico e Bellano.

Anche in provincia di Sondrio i danni sono stati ingenti. In Valchiavenna, a Gallivaggio, il by-pass aperto dopo la maxi frana di un anno fa che danneggiò parzialmente il santuario è stato letteralmente inondato da fango e detriti trascinati dal torrente Liro. Il traffico è stato interrotto non solo lì sulla statale 36 ma anche a Samolaco, per l’esondazione di due torrenti, all’altezza di Isola. A questo punto, Campodolcino e Madesimo ora non sono facilmente raggiungibili dalla Lombardia.

In provincia di Brescia oltre ad allagamenti e frane ad Angolo Terme, è stata isolata la frazione di Mazzunno, ci sono strade interrotte e sono state evacuate oltre 70 persone. Un bollettino di danni alle coltivazioni per frane, pioggia, allagamenti e grandine è stato fatto dalla Coldiretti che ha segnalato anche l’innalzamento del livello del Po che al ponte della Becca, nel pavese, è salito di un metro in 24 ore.

“La situazione meteorologica è in miglioramento”, ha sottolineato l’assessore lombardo alla Protezione civile Pietro Foroni annunciando che si sta “iniziando la conta dei danni e avviando la procedura per chiedere al Governo il riconoscimento dello Stato di emergenza nazionale”. (Fonte: Ansa)

Nel video Agenzia Vista, le impressionanti immagini della cascata dell’Acquafraggia a Piuro, in provincia di Sondrio, postate dall’assessore leghista Massimo Sertori. (Fonte: Agenzia Vista)