Manduria: così ridevano mentre torturavano Antonio Cosimo Stano. “Aiuto Polizia”, e giù botte. VIDEO

di Dini Casali
Pubblicato il 30 aprile 2019 10:43 | Ultimo aggiornamento: 30 aprile 2019 13:00
Manduria: così ridevano mentre torturavano Antonio Cosimo Stano. "Aiuto Polizia", e giù botte. VIDEO

Manduria: così ridevano mentre torturavano Antonio Cosimo Stano. “Aiuto Polizia”, e giù botte. VIDEO

ROMA – Ci aveva provato a difendersi da quei ragazzini crudeli Antonio Cosimo Stano, come può difendersi un uomo di 65 anni di fronte alla furia di un branco di giovani violenti e disumani che per passare il tempo in paese a Manduria non ha trovato di meglio che insultarlo, vessarlo fino a entrargli in casa, sequestrarlo, torturarlo e infine ammazzarlo. La fine è nota sin dalle sue banali premesse.

Un video diffuso dalla Polizia – estratto dai filmini che gli otto arrestati conservavano sugli smartphone come un trofeo, uno scalpo della dignità di una vittima designata dal capriccio e dalla noia – mostra alcuni di loro mentre lo attaccano in mezzo alla strada, lo prendono in giro accerchiandolo. Ed è una pena straziante ascoltare il povero vecchio invocare aiuto, anche senza conoscere in anticipo l’esito tragico della “bravata criminale” come l’hanno chiamata gli inquirenti. 

Grida “Polizia”, urla “Carabinieri”, invano: nessuno verrà in suo soccorso, nessuno segnalerà mai quelle ripetute angherie da parte della “comitiva degli orfanelli”, dal nome dell’oratorio dove hanno disimparato l’umanità. Bulli, baby-gang, anche i nomi con cui cerchiamo di descriverli falliscono il compito: torturatori in erba, sequestratori per gioco, assassini per caso, questo le indagini stanno rivelando. Così ridevano, questo il video mostra, ridevano sadici di un vecchio inerme e un po’ andato di testa. Quella del paese era girata dall’altra parte.

Fonte: Agenzia Vista /Alexander Jakhnagiev, Ansa