Marcello Foa presidente Rai: “Orgoglioso. Mi ispiro a Indro Montanelli” – VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 30 luglio 2018 9:18 | Ultimo aggiornamento: 30 luglio 2018 9:18
Marcello Foa presidente Rai: "Orgoglioso. Mi ispiro a Indro Montanelli" - VIDEO

Marcello Foa presidente Rai: “Orgoglioso. Mi ispiro a Indro Montanelli” – VIDEO

ROMA – Marcello Foa, il giornalista indicato come presidente della Rai dal governo 5stelle-Lega, in un video postato sui social ha ricordato il proprio impegno nel segno di Indro Montanelli, [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] suo maestro al Giornale.

“In meno di 24 ore la mia vita è cambiata, ha detto nel video, ripreso dalla Agenzia Vista. Ho ricevuto la proposta di ricoprire l’incarico di presidente della Rai, una proposta che ho accettato con molto piacere ma che ha rivoluzionato la mia vita in pochissimo tempo. Prometto un impegno molto autentico e sincero, sull’onda di colui che è stato il mio maestro, Indro Montanelli, alla cui scuola io sono cresciuto e al cui giornalismo mi sono sempre ispirato. Credo che l’onestà intellettuale e la capacità di essere autenticamente pluralisti, al servizio dei cittadini, sia una caratteristica indispensabile. E io, come presidente della Rai, farò di tutto per essere alla vostra altezza”.

Poche ore prima, in un colloquio con il Messaggero, Foa aveva detto: “Io non ho chiesto nulla, non sono uno che briga, non ho mai frequentato un Palazzo” (…) “Sono ancora stupito che abbiano pensato, all’unanimità, di fare il mio nome”.

Il giornalista ha anche raccontato il modo in cui, mentre si trovava in Grecia in vacanza, ha appreso la notizia: “Ero in mezzo al mare, giovedì scorso. Il telefono prendeva e non prendeva. A un certo punto riesco a parlare. Pronto? Qui è la Batteria del Viminale, dice una voce da Roma e aggiunge: la stanno cercando tutti. Tutti chi?”.

Agli attacchi replica dicendo: “Mi descrivono come Belzebù, evidentemente non mi conoscono. Sono il tipo più pacioso del mondo, un giornalista corretto, non sono abituato a offendere nessuno. Tantomeno le istituzioni”, “si sta facendo un gran baccano. Ma non ci saranno problemi”.

Video Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev