Salvini: “Mio figlio mi chiede se può scioperare contro di me. Gli ho detto vai a giocare a pallone”

di redazione Blitz
Pubblicato il 13 novembre 2018 8:28 | Ultimo aggiornamento: 13 novembre 2018 9:35
Salvini: "Mio figlio sciopera contro di me. Gli ho detto vai a giocare a pallone"

Salvini: “Mio figlio sciopera contro di me. Gli ho detto vai a giocare a pallone”

ROMA – “Venerdì, per la seconda volta, mio figlio sciopera contro di me”. A raccontarlo è il ministro dell’Interno Matteo Salvini, alla presentazione del calendario della polizia. Il leader della Lega ha rivelato la conversazione avuta col suo primogenito, Federico, nato dal precedente matrimonio con Fabrizia Ieluzzi, che oggi ha 15 anni. 

Il giovane ha chiesto al padre il permesso di scioperare insieme ai compagni di scuola: “È la seconda volta in un mese – ha spiegato Salvini – la prima per il decreto sicurezza, la seconda per Scuole sicure”.

“Mio figlio mi ha chiesto: che faccio? Io gli ho detto che era autorizzato a non andare a scuola, di andare a giocare a pallone, magari però senza andare in corteo perché se lo becca un giornalista magari papà non fa una bella figura”.

Intervenendo poi alla cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico della Scuola superiore di polizia, Salvini ha detto: “Qualcuno pensa di recarmi onta chiamandomi sbirro, ma io faccio il ministro e faccio lo sbirro che sono due missioni, non professioni, una scelta di vita che rivendico”.

Il ministro ha assicurato tutto il suo impegno per fare avere “più mezzi e uomini in modo da rafforzare la polizia. Cerco di portare soldi, rispetto, dignità e onore per chi indossa la divisa e farò tutto il possibile – ha aggiunto – perché chi rischia la vita non possa più essere messo in discussione. Non tollero che l’eventuale passato errore di uno metta in discussione la professionalità di 100 mila”.