Matteo Salvini: “Mi processano per aver chiuso i porti, ora sbarcano perfino i barboncini” VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 28 Luglio 2020 13:21 | Ultimo aggiornamento: 28 Luglio 2020 13:22
Salvini sullo sbarco dei tunisini

Matteo Salvini: “Mi processano per aver chiuso i porti, ora sbarcano perfino i barboncini”

Matteo Salvini alla manifestazione degli ambulanti in piazza Montecitorio parla di migranti e di porti chiusi.

Matteo Salvini,  rispondendo alle domande dei giornalisti spiega:

“Il Viminale si accorge solo ora di dover fermare i flussi dalla Tunisia, con centinaia di immigrati in fuga dai centri di accoglienza e silenzio totale sulla redistribuzione degli immigrati all’estero”.

“Mentre i clandestini arrivano a frotte, anche con barboncini evidentemente scampati ai lager libici, giovedì il Senato deciderà se devo essere processato per aver difeso i confini. Orgoglioso di aver protetto l’Italia e gli italiani: la rifarei e lo rifarò”.

Il riferimento è al gruppo di tunisini sbarcati con tanto di barboncino al seguito ed abiti vacanzieri.

“Abbiamo un governo di incompetenti e di complici degli sbarchi. Non serve mandare altri militari ma chiudere i porti che vanno sigillati. Io l’ho fatto e vado a processo per quello, invece dovrebbero andarci chi aiuta i trafficanti”.

Gli altri temi trattati dal leader leghista

“Dalla Ue stanno ripartendo con un attacco al Made in Italy per farci mangiare solo le schifezze che arrivano dall’altra parte del mondo. Noi vigileremo”.

A proposito del coronavirus, secondo Salvini

“L’ emergenza sanitaria non c’è più, e’ superata. Tenere gli italiani ancora chiusi è un attentato alla nostra Costituzione. Vanno liberati. Dov’è’ l’emergenza oggi? Almeno non ci sia qualcuno che usi questa situazione per salvare la poltrona”.

A proposito dell’inchiesta sui camici che coinvolge il governatore della Lombardia Attilio Fontana, l’ex vicepremier spiega che

“Si tratta di pseudoinchieste basate sul nulla. Se vogliono attaccare la Lega facciano pure ma non troveranno nulla. Invece sono indignato dagli attacchi agli ospedali lombardi. Chi li critica si sciaqui la bocca prima di parlare”.

Infine il leader dell’opposizioneribadisce lla linea dura del suo partito in merito al voto sullo scostamento di bilancio:

 “Abbiamo fatto le nostre proposte e dal governo zero risposte: cambiali in bianco non ne paghiamo più. Non servono bicamerali e quanto alle presidenze non è sul tavolo neanche di Forza Italia” (fonte: Ansa, Agenzia Vista /Aleander Jakhnagiev).