Scafista italiano fermato in Ungheria: su furgone 33 siriani

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 Settembre 2015 9:24 | Ultimo aggiornamento: 11 Settembre 2015 12:27
Italiano fermato in Ungheria: nel furgone 33 migranti

Il furgone dell’italiano fermato in Ungheria

ROMA  –  Un italiano è stato fermato vicino a Budapest: guidava un furgone, un Fiat Ducato, con 33 siriani (tra cui due donne) a bordo diretto in Germania. L’uomo, 52 anni, è stato intercettato vicino al lago di Balaton. E’ accusato di traffico di esseri umani. Lui si è difeso dicendo di aver raccolto i profughi infreddoliti, ma alcuni di loro hanno riferito alla polizia di aver pagato 300 euro per quel passaggio.

Solo poche settimane fa un caso simile: un camionista italiano era stato fermato nel Regno Unito perché sul suo tir erano stati trovati 27 migranti. L’uomo disse di non saperne nulla e venne rilasciato pochi giorni dopo. I migranti confermarono di essere saliti sul camion di nascosto dall’autista.

Intanto continuano gli arrivi attraverso la rotta balcanica. In Ungheria nelle ultime 24 ore sono entrati dalla vicina Serbia 3.226 profughi. Si tratta in maggioranza di siriani, afghani, iracheni, pachistani. Sono invece 7.600 i migranti entrati nelle ultime ore in Macedonia dalla Grecia.