Migranti, Salvini al Cara di Mineo: Renzi e Alfano colpevoli

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Settembre 2015 15:27 | Ultimo aggiornamento: 4 Settembre 2015 16:02
Migranti, Salvini al Cara di Mineo: Renzi e Alfano colpevoli

Migranti, Salvini al Cara di Mineo: Renzi e Alfano colpevoli

CATANIA – “Si fingono buoni e invece sono assassini”. Matteo Salvini arriva al Cara di Mineo e dà vita ad un prevedibile show. Ce l’ha, ancora una volta, con Matteo Renzi e Angelino Alfano, “incapaci”, e ce l’ha con l’Unione Europea tutta: “Assassini”.

Il leader della Lega arriva nel luogo che ospitava, tra gli altri Mamadou Kamara, l’ivoriano accusato del massacro di Palagonia. E parte dalla drammatica foto del bimbo siriano Aylan. Dice di aver pianto lacrime di rabbia Salvini perché  il piccolo “scappava da una guerra di cui il mondo si disinteressa. L’Ue e l’Italia hanno un embargo contro il governo siriano e sono complici del massacro dell’Isis. Quelle immagini  dovrebbero svegliare le coscienze dei quelli che si fingono buoni e invece sono i veri assassini”.

Parole dure anche su Renzi e Alfano:

“Io è la quarta volta che parto da Milano per venire a Mineo. Se magari se ne accorgessero anche Renzi ed Alfano sarebbe una buona notizia. Avrei evitato di tornare qui soprattutto perché avremmo evitato due morti. Oggi avevo in programma di essere in Lombardia ed in Veneto. Ma a fronte di certe cose è mio dovere esserci. Mi farò dare i numeri esatti degli immigrati accolti nel Cara di Mineo. E vedrete che solo tre persone hanno diritto all’asilo, gli altri sono tutti clandestini. Sprechiamo 100 milioni… A che scopo? Doveva essere chiuso subito dopo l’emergenza del 2011 e il governo non l’ha fatto”.