Milano, Enel X e il sindaco Sala inaugurano il condominio riqualificato di viale Murillo: consumi -74%, costi – 80% VIDEO

di Maria Elena Perrero
Pubblicato il 15 Ottobre 2019 14:18 | Ultimo aggiornamento: 24 Ottobre 2019 16:56
Il condominio riqualificato di viale Murillo 10 a Milano

Il condominio riqualificato di viale Murillo 10 a Milano

MILANO – Rendere Milano sempre più green partendo anche da quello che possono fare i cittadini in prima persona nei loro condomìni. L’esempio dello stabile di Viale Murillo 10, inaugurato martedì 15 ottobre, si propone come modello virtuoso in questo senso. Qui, grazie al connubio di ecobonus e cessione del credito d’imposta, incentivi nazionali e comunali, e il supporto di Enel X, Teicos Group ha realizzato interventi di riqualificazione che hanno permesso una riduzione dei consumi energetici del 74% e un risparmio complessivo in bolletta dell’80%, oltre ad un aumentato valore dell’immobile e dei suoi appartamenti. 

Il condominio di viale Murillo

Composto da nove appartamenti su cinque piani, il condominio di viale Murillo 10 era in classe energetica G, riscaldato ancora a gasolio, e aveva problemi di infiltrazione sulla copertura. Gli interventi si sono concentrati sul risanamento della facciata e sull’isolamento termico a cappotto, sul rifacimento e l’isolamento termico della copertura e sull’isolamento di tutti i vani riscaldati, mentre l’impianto termico è stato sostituito con una pompa di calore a gas. Così lo stabile è passato dalla classe energetica G alla C. 

Enel X ha fornito la pompa di calore a gas e, grazie all’acquisizione della cessione del credito, ha ridotto la cifra complessiva dell’intervento sostenuta dallo stabile. “Alla fine il condominio ha dovuto pagare solo il 30% del valore dei lavori”, ha spiegato Alessio Torelli, responsabile Italia di Enel X, la divisione del Gruppo Enel dedicata ai prodotti innovativi e alle soluzioni digitali.

Gli incentivi

Per rendere possibile il modello Murillo un peso notevole l’hanno avuto non solamente gli ecobonus, ma anche la cessione del credito di imposta di cui si è fatta carico Enel X e gli incentivi messi a disposizione dal Comune di Milano con il contributo a fondo perduto previsto dal bando BE2. 

“Sono felice che il Comune stia fattivamente contribuendo all’efficientamento energetico dei condomini privati. Attraverso gli incentivi del bando BE1 e BE2 siamo già intervenuti su 126 edifici – ha sottolineato il Sindaco di Milano, Giuseppe Sala – Porre in essere azioni sostenibili a livello sociale, economico e ambientale è indispensabile per migliorare la qualità della vita dei cittadini. La riqualificazione di tutti gli edifici, pubblici e privati, rappresenta un passaggio fondamentale nel progettare il futuro della città. Ognuno deve fare la sua parte. Se il clima cambia dobbiamo cambiare un po’ anche noi”.