Milano, il sindaco Sala: “Non accendete subito i termosifoni”

di redazione Blitz
Pubblicato il 16 Ottobre 2019 12:02 | Ultimo aggiornamento: 16 Ottobre 2019 12:04
beppe sala sindaco di milano

Beppe Sala, sindaco di Milano

ROMA – A Milano, a partire dal 15 ottobre, possono essere riaccesi i termosifoni. Il sindaco Beppe Sala lancia però un appello ad un uso responsabile degli impianti: “Bisogna riflettere sulle nostre abitudini di gestione del riscaldamento”.

Per Sala “va posta un po’ di cautela per le nostre tasche e anche per l’ambiente” spiega durante l’inaugurazione di un nuovo condominio, esempio di riqualificazione energetica. “Questo tema del 15 ottobre per l’accensione delle caldaie è totalmente anacronistico. Il clima è cambiato anche da noi, un po’ di saggezza e un po’ di collaborazione non guasterebbero”. In gioco, prosegue il sindaco, c’è la difesa dell’ambiente: “Dobbiamo riflettere se vogliamo essere partecipi di questa battaglia contro l’inquinamento”.

L’appello di Sala trova da subito favorevoli gli amministratori di condominio. Leonardo Caruso, presidente milanese dell’Anaci, ritiene “l’invito condivisibile”, Intanto a Milano la lotta all’inquinamento prosegue anche su altri fronti. Dato che tra le cause dello smog c’è il traffico, per i veicoli più datati Comune di Milano e Regione Lombardia stanno collaborando nel progetto “Move in” che prevede l’adozione di una scatola nera che permette ai mezzi più inquinanti di circolare purché non superino un determinato chilometraggio.

In questo modo si riducono le emissioni e si tutelano i cittadini che non possono acquistare una nuova auto. Beppe Sala ha parlato degli impegni di Milano al convegno “Milano sostenibile”. Qui, il sindaco ha ribadito che la “battaglia per ambiente in Italia o la fa Milano o non la fa nessuno”. 

Fonte: Corriere della Sera, Agenzia Vista /Alexander Jakhnagiev