Mladic a processo al Tribunale dell’Aja: “Guidò la pulizia etnica in Bosnia”

Pubblicato il 16 Maggio 2012 17:20 | Ultimo aggiornamento: 16 Maggio 2012 17:23

BRUXELLES – E’ cominciato davanti al Tribunale penale dell’Aja il processo a Ratko Mladic, l’ex capo militare dei serbi di Bosnia accusato di genocidio e crimini di guerra e contro l’umanita’, arrestato il 26 maggio 2011 in Serbia dopo 16 anni di latitanza. Mladic, 70 anni,, si e’ presentato in aula sorridente ed ha fatto il gesto del pollice in alto. E’ considerato il principale responsabile dell’assedio di Sarajevo e del massacro di Srebrenica, in cui nel luglio 1995 vennero uccisi oltre 8.000 musulmani.

”Ha guidato la pulizia etnica in Bosnia”. Queste le parole del rappresentante dell’accusa, Dermot Groome, nel suo intervento in apertura del processo a Ratko Mladic all’Aja anticipando che ”presenteremo elementi di prova che dimostreranno, al di la’ di ogni ragionevole dubbio, che c’e’ la mano di Mladic in ognuno dei crimini” di cui l’ex generale e’ accusato.     Il rappresentante del procuratore ha quindi lanciato una presentazione multimediale delle accuse.