Modena, scontri al comizio Lega. Salvini: “Sono 4 zecche. Meno canne più uovo sbattuto” FOTO-VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 3 maggio 2019 16:50 | Ultimo aggiornamento: 3 maggio 2019 17:48
Modena, scontri al comizio Lega4

Modena, scontri al comizio Lega (foto Ansa)

MODENA – Matteo Salvini è a Modena per un comizio elettorale. Il suo arrivo nella città emiliana è stato contestato da esponenti dei centri sociali che hanno lanciato sassi contro la polizia che ha risposto con una carica. 

Come ormai succede di consueto, il vicepremier è stato contestato anche durante il comizio sul cui palco, ad un certo punto è spuntato anche Luca Toni, l’ex campione del mondo 2006 ed ex centravanti di Brescia, Palermo, Fiorentina e Bayern. Salvini ha prima risposto: “Questa la Modena vera non quella di quattro zecche da centro sociale che vanno giù a fare casino”.

Poi ha ripreso a parlare e poco dopo, sentendo in lontananza le proteste, ai suoi sostenitori ha detto: “Non ci sono più i compagni di una volta, hanno perso la voce, hanno fatto tardi ieri sera. Meno canne e più uovo sbattuto della nonna”.   

 

La contestazione prima del comizio era stata organizzata da un centinaio di manifestanti appartenenti al centro sociale Spazio Guernica in concomitanza con altre due manifestazioni organizzate in città contro il ministro dell’Interno. All’ingresso del parco Novi Sad c’è stato un lancio di sassi contro le forze dell’ordine che hanno risposto con una carica. Una persona è stata fermata. I ragazzi hanno gridato “lasciateci passare” e “liberiamoci dal razzismo”. 

Oltre alla protesta a cui Salvini ha risposto con la battuta (già usata in passato) delle canne e dell’uovo sbattuto, tra le altre proteste organizzate in città c’è stata quella di un gruppo di manifestanti che si è messo a cantare Bella Ciao, la nota canzone partigiana. Salvini, a proposito di questo episodio, su Facebook ha scritto: “Poveretti sono in via di estinzione”.

Ed anche dopo il comizio altri scontri: cariche delle forze dell’ordine su un gruppo di manifestanti che stava tentando di sfondare il cordone. Sono volate manganellate e un ragazzo è rimasto ferito al capo e ha perso del sangue.

Le proteste prima del comizio (foto Ansa)

Modena, scontri al comizio Lega

Modena, scontri al comizio Lega2

Modena, scontri al comizio Lega3

Matteo Salvini, comizi elettorali in tutta l’Emilia

Salvini è in visita in Emilia Romagna per un tour nelle città dove si vota per le amministrative. Prima di Modena è stato a Reggio Emilia, dove è stato accolto da uno striscione con su scritto “Mai con Salvini”.

Contestazioni a parte, Il leader della Lega ha parlato davanti ai supporter al mercato di Piazza Prampolini. Il leader della lega sul palco ha citato, tra applausi e risate, anche il busto di Lenin che si trova nel vicino comune di Cavriago: “A Milano abbiamo il museo civico di storia naturale con la sala dei dinosauri…”.

Salvini ha parlato al fianco del candidato sindaco locale del centrodestra Roberto Salati ed ha attaccato la sinistra: “Spetta ai reggiani decidere, però dopo 70 anni c’è veramente la possibilità di cambiare, anche a Reggio Emilia. Qua la sinistra ha sempre dato per scontato che Reggio e l’Emilia fossero cosa loro, adesso per i reggiani c’è la possibilità di cambiare. Sento tanta voglia di lega e di cambiamento”.

Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev, Ansa