Mohammed Alì riceverà la ‘Medaglia presidenziale della libertà’

Pubblicato il 14 settembre 2012 15:51 | Ultimo aggiornamento: 14 settembre 2012 15:51

[jwplayer config=”Blitz20120621″ mediaid=”1343209″]

Mohammed Ali WASHINGTON – Grande combattente non solo nel piccolo perimetro del ring dove per anni ha trionfato, ma anche nella vita di tutti i giorni: stiamo parlando dell’icona del pugilato Mohammed Alì, da sempre protagonista di battaglie civili, politiche e religiose. Per questi motivi, l’ex campione del mondo dei pesi massimi riceverà giovedì a Philadelphia la ‘Medaglia presidenziale della libertà’, che verrà consegnata in una cerimonia pubblica dal figlio del campione, anche esso pugile, e da altri due atleti olimpici statunitensi.

É l’ex presidente statunitense Bill Clinton, a capo del ‘National Constitution Center’, l’ente in cui si svolgerà l’evento, a spiegare con un documento ufficiale le motivazioni della scelta di Alì : “Ali incarna lo spirito della ‘medaglia della libertà’ abbracciando gli ideali della Costituzione – cioè libertà, auto-determinazione, eguaglianza e capacità – e aiutando a diffonderli nel mondo”. Da quando nel 1981 ha appeso i guanti al chiodo, il pugile ha viaggiato in tutto il mondo in missioni di carità e ha dedicato il suo tempo alla filantropia e alle  battaglie sociali, cosa che gli ha garantito una ‘nomination’ al premio Nobel della pace nel 2007 e la presenza nella lista delle 100 persone più influenti del XX secolo redatta dal ‘Time’.