Ncc contesta e insegue Di Maio: “Sono uno dei 200mila che hai licenziato” VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 22 maggio 2019 11:38 | Ultimo aggiornamento: 22 maggio 2019 11:42
ncc contesta insegue di maio

Ncc contesta e insegue Di Maio: “Sono uno dei 200mila che hai licenziato”


ROMA – Contestazione per il vicepremier Luigi Di Maio, al suo arrivo al tempio di Adriano per l’iniziativa di M5S “continuare per cambiare”.
 
Il capo politico grillino è stato inseguito fin dentro la sala da un ncc, che ha protestato per le norme del Governo che penalizzerebbero la categoria. “Sono uno dei 200mila che ha licenziato”, ha urlato alle spalle del vicepremier, prima di essere allontanato dalla Polizia.

Gli ncc, nei mesi scorsi hanno protestato a Roma ed in altre città italiane, arrivando anche a fermare il traffico con i loro mezzi. La protesta è contro l’obbligo deciso dal Governo di dover tornare in rimessa dopo la corsa. Ogni noleggiatore, al termine del servizio è infatti costretto a rientrare nel Comune che ha concesso il permesso, che però spesso non è quello dove il conducente effettivamente lavora. 

La protesta degli operatori delle imprese di autonoleggio con conducente è arrivata dopo la mancata promessa di liberalizzazione del mercato. La cancellazione di queste regole ha aoltretutto portato al blocco del rilascio di nuove licenze. 

Fonte: Angenzia Vista /Alexander Jakhnagiev 

5 x 1000