No Tav, nuovi scontro in Val Susa: polizia usa lacrimogeni e idranti VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 Giugno 2015 9:27 | Ultimo aggiornamento: 29 Giugno 2015 9:27
No Tav, nuovi scontro in Val Susa: polizia usa lacrimogeni e idranti

No Tav, nuovi scontro in Val Susa: polizia usa lacrimogeni e idranti

TORINO – Scontri in Valle di Susa fra attivisti No Tav e polizia nel corteo che da Exilles è arrivato a Chiomonte. Le circa 1.200 persone che vi hanno preso parte, comunica la questura di Torino, hanno violato l’ordinanza del Prefetto e le prescrizioni che erano state emesse del Questore, imboccando la S.P. 233 che conduce al limite dell’area protetta in Val Clarea.

Un gruppo di circa 60 persone tutte vestite di nero – spiega la questura – ha rapidamente risalito il corteo, portandosi in testa e percorrendo l’area vietata per quasi un chilometro. Raggiunto lo sbarramento delle forze di polizia, il gruppo ha immediatamente iniziato un fitto lancio di pietre e artifizi pirotecnici verso gli operatori delle forze dell’ordine. Alcune persone dello stesso gruppo hanno anche tentato di agganciare con delle corde le reti poste a protezione dell’area interdetta, per abbatterle. Le forze di polizia hanno ricorsoall’uso dell’idrante ed al lancio di lacrimogeni, per respingere l’attacco.