Olimpiadi, i media cinesi difendono la nuotatrice Ye dai sospetti Usa

Pubblicato il 1 agosto 2012 14:14 | Ultimo aggiornamento: 1 agosto 2012 14:14

[jwplayer config=”Blitz20120621″ mediaid=”1314533″]

Nuotatrice CinaLONDRA – La Cina ha risposto con veemenza ai sospetti che stanno circolando sulla nuotatrice 16enne Ye Shinwen, che ai Giochi olimpici di Londra ha vinto due medaglie d’oro, nei 200 e nei 400 misti. “L’Occidente giudica ancora la Cina con una mentalità antiquata e meschina nei confronti dei progressi da essa fatti”, si legge su un editoriale del 1 agosto del Global Times, giornale di Stato cinese, che ha difeso la giovane Ye e affermato che i sospetti nei suoi confronti sono ingiusti.

Le accuse sono nate con le dichiarazioni dell’allenatore Usa John Leonard, riportate dai media britannici, il quale aveva detto che le prestazioni di Ye sono state “incredibili” e “inquietanti”. Oltre al Global Times, anche la tv di Stato cinese Cctv e gli stessi organizzatori dei Giochi di Londra si sono schierati a difesa della giovane campionessa.