Orso abruzzese trovato morto: avvelenato, effetto Daniza! VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 12 settembre 2014 14:48 | Ultimo aggiornamento: 12 settembre 2014 18:52
Orso abruzzese trovato morto: avvelenato, effetto Daniza!

La carcassa dell’orso ucciso

PETTORANO SUL GIZIO (L’AQUILA) – Un orso abruzzese trovato morto nelle campagne di Pettorano sul Gizio, vicino L’Aquila. Come da primo esame sulla carcassa, avvelenato. Cioè “effetto Daniza“, un’uccisione voluta perché disturbava qualche allevatore nelle vicinanze.

Subito dopo il ritrovamento sono arrivati sul posto i veterinari del Parco d’Abruzzo, Lazio e Molise e i responsabili della Riserva Monte Genzana, per procedere con una prima ricognizione e stabilire le cause del decesso.

“Stiamo verificando l’identità dell’animale”, ha detto il direttore del Parco, Dario Febbo. L’orso, un maschio, presenta le caratteristiche esteriori e superficiali di un avvelenamento.  Proprio giovedì nella stessa zona era stato segnalato un orso che era entrato in un pollaio dove era stato sorpreso dall’allevatore, che, per allontanarsi dall’animale, aveva sbattuto alla testa, perdendo i sensi. 

L’incontro ravvicinato è accaduto di notte nella frazione Valle Larga di Pettorano sul Gizio (L’Aquila). Erano le 2,30 quando la figlia dell’allevatore ha sentito rumori nel pollaio. “Mi sono vestito e sono uscito per controllare – racconta l’uomo, di 57 anni – nel pollaio non c’era nessuno ma mentre rientravo in casa, da dietro un cespuglio è uscito l’orso che si è alzato in piedi davanti a me. Sono caduto e ho perso i sensi”. Fatta razzia di galline, l’orso è fuggito. L’uomo, ripresosi, è stato assistito dai familiari.

Sempre giovedì mattina era stata catturata e uccisa l’orsa Daniza, un esemplare che aveva ferito un uomo nei boschi del Trentino e che era ricercata da settimane. Non è sopravvissuta all’anestetico usato nella cattura.

Un video postato su Repubblica Tv mostra gli uomini del corpo Forestale nei boschi di Pettorano sul Gizio. A destra si nota la carcassa dell’orso: