Palermo, il bacio in bocca del boss. Colpo al clan San Lorenzo, 10 arresti. VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 Giugno 2020 9:18 | Ultimo aggiornamento: 23 Giugno 2020 12:03
Palermo, il bacio del boss

Palermo, colpo al clan San Lorenzo, 10 arresti (Ansa)

ROMA – Blitz dei carabinieri a Palermo contro il clan del mandamento mafioso di San Lorenzo. Tornano in cella due uomini considerati capi-clan.

Scarcerati da poco tempo, ci avevano messo ancora meno a riaccaparrarsi degli appalti e a imporre il pizzo.

Finisce di nuovo in carcere anche chi era uscito dal carcere nel 2019 e che avrebbe ripreso il controllo del mandamenti.

Alla fine 10 indagati (9 in carcere e 1 ai domiciliari), accusati a vario titolo responsabili di associazione per delinquere di tipo mafioso, estorsioni aggravate, furto aggravato, violazione delle prescrizioni imposte dalle misure preventive.

Palermo, operazione “Teneo”

L’operazione ‘Teneo‘ è stata portata a termine da un pool di magistrati coordinati dal procuratore aggiunto Salvatore De Luca.

L’inchiesta stavolta ha potuto contare sulla determinazione e sul coraggio di due imprenditori.

Che non hanno avuto dubbi quando si sono trovati davanti alle pressioni dei boss: hanno denunciato.

Cioè hanno immediatamente denunciato pressioni e minacce dei boss che li avevano estromessi uno dal cantiere di ristrutturazione di un appartamento, l’altro da alcuni lavori movimento terra.

Testimonianze e intercettazioni sono corredate da foto e video che documentano la ripresa delle attività criminali.

Il bacio in bocca segno di investitura

E i video raccontano uno spaccato di quotidianità mafiosa.

Incontri di lavoro, parlamenti per decidere estorsioni e taglieggiamenti, il bacio in bocca dei due bossa.

Secondo il rituale mafioso, sottolineano i magistrati il boss aveva ricostruito una rete di fedelissimi. (fonte Ansa)

(fonti Youtube, Ansa)