Papa Francesco si affaccia dal balcone dello studio della sindaca Raggi in Campidoglio FOTO-VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 26 marzo 2019 11:41 | Ultimo aggiornamento: 26 marzo 2019 12:32
 Papa Francesco si affaccia dal balcone dello studio della sindaca Raggi in Campidoglio88

Papa Francesco durante la sua visita al Campidoglio (Ansa)

ROMA – Roma “è un organismo delicato, che necessita di cura umile e assidua e di coraggio creativo per mantenersi ordinato e vivibile, perché tanto splendore non si degradi, ma al cumulo delle glorie passate si possa aggiungere il contributo delle nuove generazioni, il loro specifico genio, le loro iniziative, i loro buoni progetti”. Così Papa Francesco nel suo discorso all’Amministrazione capitolina durante la visita in Campidoglio di oggi, martedì 26 marzo. “Questa peculiare identità storica, culturale e istituzionale di Roma postula che l’Amministrazione capitolina sia posta in grado di governare questa complessa realtà con strumenti normativi appropriati e una congrua dotazione di risorse”.

“Roma, città aperta, città del multilateralismo e del multiculturalismo”, ha detto la sindaca di Roma Virginia Raggi in occasione della visita del Papa. “Roma ospita le rappresentanze diplomatiche di tutto il mondo con le quali è vivo un rapporto di confronto e dialogo costante. Un rapporto che viene consolidato attraverso numerose iniziative di interrelazione”, ha aggiunto la sindaca.

Al suo arrivo, il Pontefice è stato accolto dalla sindaca Virginia Raggi, in tailleur nero e fascia tricolore, con cui ha scambiato una cordiale stretta di mano e alcune parole di saluto, tra gli squilli di tromba dei Fedeli di Vitorchiano.  Dopo un breve incontro e un colloquio con i familiari di Virginia Raggi, tra cui il figlio presente per l’occasione insieme ai figli di diversi dipendenti capitolini, Papa Francesco e la sindaca si sono affacciati insieme dal balcone che dà sui Fori Romani. I due, sempre dialogando molto cordialmente, si sono poi riuniti nello studio per un colloquio privato.

Bergoglio, al suo ingresso in Aula Giulio Cesare è stato accolto da un lungo applauso. La sindaca Virginia Raggi gli ha dato il benvenuto. Prima del suo ingresso in Aula Giulio Cesare il Pontefice aveva salutato, tra gli altri, assessori e presidenti dei municipi con strette di mano.

“Da tempo desideravo venire in Campidoglio per incontrarvi e portarvi di persona il mio ringraziamento per la collaborazione prestata dalle Autorità cittadine a quelle della Santa Sede in occasione del Giubileo Straordinario della Misericordia, così come per la celebrazione di altri eventi ecclesiali” ha detto Papa Francesco nel suo discorso all’Amministrazione capitolina.

“Essi, infatti, per il loro ordinato svolgimento e la loro buona riuscita – ha spiegato – hanno bisogno della disponibilità e dell’opera qualificata di voi, amministratori di questa Città, testimone di una storia plurimillenaria e che, accogliendo il Cristianesimo, è divenuta nel corso dei secoli il centro del Cattolicesimo” (foto Ansa).

Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev, Ansa