Peppe Iodice, il comico napoletano risponde a Ilaria D’Amico: “Salviamo i triccheballacche” VIDEO

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 11 aprile 2019 22:47 | Ultimo aggiornamento: 11 aprile 2019 22:54
Peppe Iodice risponde a Ilaria D'Amico: "Salviamo i triccheballacche"

Peppe Iodice risponde a Ilaria D’Amico: “Salviamo i triccheballacche”

NAPOLI – Ilaria D’Amico è finita nel mirino dei tifosi del Napoli per aver definito l’azione di disturbo dei tifosi dell’Ajax sotto l’albergo dei calciatori della Juventus “Un approccio partenopeo“. A Ilaria D’Amico ha risposto Peppe Iodice, noto comico napoletano con un passato alla Domenica Sportiva sulle reti Rai.

Ilaria D’Amico: “Tifosi dell’Ajax con un approccio partenopeo”

Prima di dare la linea a Gianluca Di Marzio, inviato dalla Johan Cruijff Arena, la conduttrice ha definito “approccio partenopeo, da triccheballacche”, il clima all’ esterno dell’ hotel in cui alloggiava la Juventus. Questo perché, alla vigilia della sfida di Champions League, i tifosi dell’Ajax avevano provato a disturbare i giocatori bianconeri facendo “casino” all’esterno dell’albergo. Un pregiudizio, quello espresso da Lady Buffon, che non è passato inosservato ed è stato stato immediatamente contestato sul web, non solo dai tifosi napoletani.

Peppe Iodice risponde a Ilaria D’Amico: “Riapriamo i triccheballacchefici”.

Il comico napoletano Peppe Iodice ha risposto a Ilaria D’Amico con un video messaggio che è già virale sui social network.

“Grazie Ilaria. Messaggio per ILARIA D’AMICO P.s. Le briciole sul maglione sono della sfogliatella che noi napoletani mangiamo ogni santa mattina. Ti volevo ringraziare ieri sera per aver parlato di approccio partenopeo dei tifosi dell’Ajax. Ne hai parlato perché è una cosa positiva no? Non voglio nemmeno pensare che tu volessi andare contro i tifosi del Napoli.

Non è da te, non sei il tipo. Però una cosa te la volevo dire, sono veramente mortificato perché noi non abbiamo i triccheballacche. Non ce li abbiamo più. Stamattina li ho cercati, niente negozi di triccheballacche, erano tutti chiusi. Anzi volevo approfittare della tua osservazione per lanciare un messaggio: riapriamo i negozi di triccheballacche, riapriamo i triccheballacchefici.

Salviamo questi tipi di negozi altrimenti non possiamo andare sotto gli alberghi degli avversari a fare folclore che è una cosa particolare, una cosa nostra. Quindi, ancora grazie Ilaria per averci aperto gli occhi e di averci fatto salvare il magnifico triccheballacche”.

Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev.