Prandelli prepara la sfida con la Germania: recupero degli infortunati la priorità

Pubblicato il 27 Giugno 2012 18:40 | Ultimo aggiornamento: 27 Giugno 2012 18:40

CRACOVIA – Recuperare acciaccati e infortunati. Non solo, bisogna anche fare il carico di energie, ritrovare quelle spese contro l’Inghilterra e lungo il percorso che ha portato l’Italia in semifinale. E’ questo l’obiettivo numero 1 dello staff medico e tecnico. Del resto il calendario non e’ stato benevolo con gli azzurri, dopo la battaglia di Kiev di domenica scorsa con la vittoria acciuffata soltanto ai rigori, Buffon e compagni hanno avuto solo il tempo di rifiatare. Domani e’ gia’ giorno di vigilia, si torna a viaggiare, si va a Varsavia e soltanto nella rifinitura pre-semifinale Prandelli decidera’ chi schierare contro la Germania. Finora tanta palestra e fisioterapia, molti massaggi, ma il campo gli azzurri l’hanno visto poco.

Anche oggi, a parte il risveglio muscolare nell’hotel di Wieliczka e lo studio dell’avversario tramite i video (la squadra ha rivisto l’amichevole del febbraio del 2011 a Dortmund contro i panzer, 1-1, gol di Klose e Rossi), solo atletica sul terreno di gioco dello stadio Pilsudski di Cracovia. Poi cancelli chiusi, ma nonostante tutto la sensazione e’ che Prandelli non abbia provato nulla, rimandando tutto a domani. La buona notizia e’ che il recupero di Chiellini procede spedito e l’impressione e’ che anche Abate e De Rossi possano essere della partita. Pero’ non si puo’ rischiare nulla, in palio c’e’ la finale e il ct vuole giocarsi le sue carte con la migliore formazione possibile anche, se non soprattutto, dal punto di vista fisco e atletico. Poi, in base alle valutazione dello staff medico (preparatori compresi), decidera’ l’11 anti-panzer. Al momento si possono azzardare solo ipotesi. Se non ci fossero dubbi legati alle condizioni fisiche di alcuni giocatori, Prandelli confermerebbe l’11 anti-Inghilterra, ma bisogna verificare i guai muscolari di De Rossi (sciatalgia) e Abate (risentimento muscolare al bicipite femorale sinistro), oltre al possibile recupero di Chiellini. Oggi il professor Castellacci, nel suo consueto punto medico a due giorni dalla partita, non si e’ sbilanciato, spiegando soltanto che il suo obiettivo e’ consegnare a Prandelli, in tempo per giovedi’, i tre acciaccati. Oggi tutti hanno partecipato agli esercizi atletici e Chiellini ha anche fatto un po’ di corsa con il pallone tra i piedi, in compagnia di Gabriele Pin (il vice ct). Segnali comunque positivi, come fa ben sperare il buon umore di Balotelli che si e’ divertito a giocare con il fratello Enock e un amico fuori dallo stadio di Cracovia, due brevi scambi, poi l’arrivo di fotografi e giornalisti ha interrotto il siparietto. “SuperMario” e’ uno dei punti certi per il match contro la Germania, contro l’Inghilterra ha fatto il suo nonostante qualche palla-gol che poteva e doveva essere sfruttata meglio. Per il resto sono tutte ipotesi, ma in difesa dovrebbe esserci il rientro di Chiellini.

Al centro? Possibile, anche se Bonucci ha fatto benissimo e lo stato di forma dell’ex barese potrebbe indurre Prandelli a confermarlo, magari spostando “Chiello” a sinistra. In questo caso uscirebbe dall’11 Balzaretti che, pero’, indisponibile lo squalificato Maggio, potrebbe essere dirottato a destra, soprattutto se Abate non dovesse recuperare al 100% A centrocampo, nella speranza che recuperi De Rossi e intoccabili Pirlo e Marchisio, Montolivo dovrebbe essere confermato come vertice alto del rombo azzurro. L’alternativa e’ Thiago Motta, ma contro i tedeschi potrebbe toccare ancora una volta al neo-milanista, tra l’altro particolarmente stimolato da una sfida che per lui e’ un derby (la mamma e’ tedesca e con la Germania ha un legame ancora forte). Se non dovesse esserci De Rossi, Nocerino e’ l’alternativa. Ultima nota per il partner di Balotelli, dovrebbe essere ancora Cassano, a meno che Prandelli non decida di puntare sul piu’ fresco e dinamico Diamanti, non una seconda punta pura, ma comunque facilmente adattabile. C’e’ ancora un giorno per decidere, domani alle 20 rifinitura allo Stadio Nazionale di Varsavia (aperta alla stampa per i primi 15 minuti) e mai come questa volta sara’ difficile individuare l’11 che scegliera’ Prandelli. Alle 19.15 il ct, in compagnia di De Rossi (altro forte indizio del suo possibile recupero), e’ atteso in conferenza stampa. Poi sara’ semifinale, arbitrera’ il francese Lannoy.