Una delle Pussy Riot in ospedale: ricoverata in carcere Nadezhda Tolokonnikova

Pubblicato il 1 Febbraio 2013 12:21 | Ultimo aggiornamento: 1 Febbraio 2013 18:36
Pussy Riot in ospedale: ricoverata in carcere Nadezhda Tolokonnikova

Pussy Riot in ospedale: ricoverata in carcere Nadezhda Tolokonnikova (Foto LaPresse)

MOSCA – Nadezhda Tolokonnikova, una delle Pussy Riot di 23 anni, è stata ricoverata in ospedale. La Tolokonnikova è una delle tre Pussy Riot condannate a 2 anni per una preghiera punk anti Putin nella cattedrale di Mosca. A dare la notizia sulla tv indipendente ‘Dozhd’ è stata Yekaterina Samutsevich, l’unica delle tre accusate ad avere ottenuto la sospensione condizionale della pena.

Piotr Verzilov, marito della Tolokonnikova, ha precisato a Radio Eko di Mosca che sua moglie è stata portata in ospedale per una serie di accertamenti medici. Versione confermata dalla portavoce del servizio carcerario della repubblica di Mordovia, dove è detenuta la giovane: ”si trova nell’ospedale centrale per le detenute per accertamenti medici, su richiesta del suo avvocato”, ha detto Marina Khanieva.

La Samutsevich, dal canto suo, ha ricordato che l’amica ”soffriva di mal di testa sin dalla prima udienza del processo e questo potrebbe essere sintomo di una grave malattia”. Inoltre, ha aggiunto, Nadezhda, come tutte le detenute, sarebbe logorata dal duro lavoro carcerario.

[jwplayer config=”Blitz20120621″ mediaid=”1465018″]