Pussy Riot, Nadezhda Tolokonnikova e Maria Alyokhina in colonie penali

Pubblicato il 22 Ottobre 2012 13:25 | Ultimo aggiornamento: 22 Ottobre 2012 19:35

[jwplayer config=”Blitz20120621″ mediaid=”1374547″]

Pussy Riot mandate nell’inferno delle colonie penali (Foto LaPresse)

MOSCA – Pussy Riot spendite in colonie penali: Nadezhda Tolokonnikova e Maria Alyokhina, le due Pussy Riot condannate in appello a due anni di carcere per aver cantato una dissacrante ‘preghiera’ anti-Putin in una cattedrale ortodossa di Mosca, sono state inviate in due diverse colonie penali nelle regioni di Perm e Mordovia.

Alcuni ”parenti sono venuti a portare loro provviste e hanno appreso che Nadezhda Tolokonnikova è stata inviata nella regione della Mordovia (500 km a est di Mosca, ndr) e che Maria Alyokhina è stata inviata nella regione di Perm (Urali)”, ha detto l’avvocato Violetta Volkova, precisando che le donne sono partite sabato e che sono ancora in viaggio.

Il legale non ha specificato tuttavia in quali istituzioni di queste due regioni russe, che ospitavano campi Gulag durante l’era sovietica, sono state inviate le due giovani musiciste. ”Nadezhda Tolokonnikova sta viaggiando verso la Mordovia. Nel campo dell’inferno”, ha scritto da parte sua su Twitter il collettivo di scrittori e artisti di strada ‘Voina’ (Guerra), noto per le sue sortite provocatorie.