Raganello, tra vittime anche la guida Antonio De Rasis che andò a Rigopiano

Pubblicato il 21 agosto 2018 12:01 | Ultimo aggiornamento: 21 agosto 2018 12:30
Raganello pompieri vittime

Raganello, tra vittime guida che andò a Rigopiano

COSENZA – Dieci morti accertati, almeno tre dispersi. Una tragedia che forse poteva essere evitata quella causata dalla piena del torrente Raganello, tra i monti del Pollino, nel territorio del comune di Civita (Cosenza), e che segna un bilancio ancora non definitivo.

Intanto emerge che tra le vittime della tragedia del Raganello c’è Antonio De Rasis, 32 anni, volontario di protezione civile, non sposato. De Rasis era stato tra i soccorritori intervenuti dopo la valanga che distrusse l’albergo a Rigopiano in Abruzzo. “Sicuramente – ha detto il sindaco di Cerchiara Antonio Carlomagno – con la sua alta esperienza, nel contesto di questo dramma improvviso, avrà prestato e tentato di dare il massimo soccorso ai componenti del gruppo”. Agenzia Vista di Alexander Jakhnagiev pubblica un video che mostra i Vigili del Fuoco alle prese con la ricerca dei dispersi.