Red Land, professore contesta film su foibe: “E’ una ca***a pazzesca”. Trieste, zuffa in Comune VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 18 Aprile 2019 15:04 | Ultimo aggiornamento: 18 Aprile 2019 15:06
red land trieste foibe

Red Land, professore contesta film su foibe: “E’ una ca***a pazzesca”. Trieste, zuffa in Comune

TRIESTE – Quella che voleva forse essere una manifestazione di dissenso con accenno ironico si è trasformata in battaglia politica divenuta nella tarda serata di lunedì 15 aprile una zuffa tra l’assessora Angela Brandi (Fi) e la consigliera Pd Laura Famulari, in una pausa di un acceso Consiglio comunale a Trieste.

La vicenda è quella del professore dell’Istituto Nautico che il giorno prima, fuori orario di lavoro, per protestare contro la visione del film Red Land (Rosso Istria) sulla tragedia delle foibe da parte di 300 studenti guidati dall’assessora comunale, si era fatto trovare all’entrata del cinema distribuendo volantini con la foto del rag. Ugo Fantozzi e la scritta “Il film che state per vedere è una c….a pazzesca”, citazione dalla celebre frase del comico.

La vicenda aveva suscitato una polemica già la mattina di lunedì 15 aprile, poi la Brandi in serata l’ha portata in Consiglio comunale dove il dibattito è stato polemico con la stessa assessora che parlava di “studenti sgomenti”, di “azione bieca” del prof, annunciando una lettera all’Ufficio scolastico regionale per “chiedere spiegazioni”, e la Famulari che accusava la maggioranza di essere “illiberale” e “ridicola” una discussione del genere.

I toni sono saliti fino a quando è stata sospesa la seduta per alcuni minuti. La Famulari allora ha indossato il soprabito e ha fatto per andare via ma quando è passata davanti al banco della Giunta la Brandi le ha urlato “vergognati”. L’assessora dice che a quel punto “se un contatto fisico c’è stato, non si sa da parte di chi”; la consigliera sembra più chiara: “Mi si è avventata contro, stringendomi le spalle, le braccia, come per spintonarmi. A quel punto sono intervenuti altri consiglieri a dividere. Quindi il contatto fisico c’è stato da parte sua”.

Pd, Open Fvg e Cittadini hanno chiesto le dimissioni della assessora per aver “aggredito fisicamente la Famulari spingendola con forza”. Il M5S ha invece parlato di “pagina triste” per la città. Il Governatore, su Facebook ha criticato la consigliera del Pd parlando di “riduzionismo” e ha postato anche un video con immagini del film e del dibattito in Aula. 

Fonte: Agenzia Vista /Alexander Jakhnagiev, Ansa