Renzi gioca a biliardino: “Se perdo anche qui dopo il referendum è finita” VIDEO

Pubblicato il 17 settembre 2018 13:40 | Ultimo aggiornamento: 17 settembre 2018 13:41
Renzi gioca a biliardino

Renzi gioca a biliardino: “Se perdo anche qui dopo il referendum è finita” VIDEO

TORINO – Matteo Renzi ospite non programmato della festa Pd di Torino si intrattiene al calciobalilla con i giovani militanti di partito. “Se perdo anche qui dopo aver perso il referendum è finita” dice l’ex presidente del Consiglio ai suoi sostenitori. Renzi è stata accoloto molto calorosamente tra selfie e cori che gli hanno gridato “Matteo, Matteo, Matteo”.

Intanto continua il dibattito interno nel Pd. Oggi a parlare al Fatto Quotidiano è Francesco Boccia che boccia la proposta di Matteo Orfini che ha proposto lo scioglimento del partito:”Ma quale scioglimento. Si faccia il congresso il prima possibile. Siamo un partito a pezzi, ma abbiamo ancora una buona base elettorale. Con tutto quello che è successo pensare che il 18% degli italiani possa darci ancora fiducia, adesso, è tanta roba”.

“Orfini vuole sciogliere tutto? Sciocchezze. Il partito non è una Spa e noi non ne siamo gli amministratori. Abbiamo avuto l’onore di rappresentarlo, qualcuno purtroppo non degnamente, e tutto possiamo fare tranne che arrogarci il diritto addirittura di sciogliere qualcosa che non è nostro”.

“Il Pd – prosegue Boccia – è una comunità di persone che non abbiamo servito adeguatamente. Serve un congresso presto e prendere atto che il fallimento culturale del renzismo è stato anche la disfatta di una generazione intera. La rottamazione è stata un disastro senza precedenti per la sinistra italiana. E tra i responsabili metto anche chi, come me, si è sempre opposto al renzismo”. Secondo Boccia si deve discutere di “Europa e il rapporto con i 5 Stelle. A chi nel mio partito sostiene che i 5 Stelle siano uguali alla Lega rispondo di no. Molte cose di quel mondo non mi piacciono, ma l’attenzione sociale dei 5S è altra cosa rispetto al soffiare a prescindere della Lega sul vento del conflitto. I 5 Stelle intercettano una parte del nostro elettorato proprio per la loro sensibilità sui temi sociali. La parte più povera del Paese oggi guarda alla Lega e ai 5 Stelle ed è una pericolosa illusione ottica, soprattutto quella salviniana, che porta il Paese a destra e contro l’Europa. Ma non basta – sottolinea – dire “sì” Europa, la sinistra non deve aver paura dell’establishment e, se serve, di piegarlo alle ragioni collettive. Se l’Europa che sostieni è quella di Juncker e Merkel, due leader di destra, passi anche tu per uno di destra. Siamo arrivati al paradosso di difendere un modello europeo di destra”.

Il video di Renzi che gioca al calciobalilla (Agenzia Vista /Alexander Jakhnagiev):