Riforma Senato, slitta voto. Maria Elena Boschi vs M5s: “Allucinati” FOTO,VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Luglio 2014 13:55 | Ultimo aggiornamento: 22 Luglio 2014 15:21

ROMA – Il voto della  riforma del Senato slitta al 22 luglio. Migliaia gli emendamenti presentati alla riforma proposta dal Pd e dal ministro per le Riforme, Maria Elena Boschi, che alle contestazioni e ai fischi ricevuti dai parlamentari del Movimento 5 stelle ha replicato con un “avete le allucinazioni”.

Per la Boschi parlare di “svolta autoritaria è una bugia” e che la riforma è largamente condivisa e non teme gli eventuali franchi tiratori. La Boschi rimanda al mittente le accuse di “autoritarismo” del Movimento 5 Stelle:

“Ho sentito alcuni parlare di svolta autoritaria. Questa è una allucinazione e come tutte le allucinazioni non può essere smentita con la forza della ragione. Non c’è niente di autoritario. Parlare di svolta illiberale è una bugia e le bugie in politica non servono”

“Un grande statista che è stato anche presidente di questa assemblea, Amintore Fanfani, ha detto una grande verità: le bugie in politica non servono. Si può essere d’accordo o meno su questa riforma, votare o meno questa riforma, condividere o meno l’azione del governo, ma parlare di svolta illiberale è una bugia; e le bugie in politica non servono”

La Boschi ha aggiunto che obiettivo prioritario è approvare le riforme subito:

“Ci potrà essere un tentativo di rallentare questo cambiamento, un ostruzionismo che ci può portare a lavorare una settimana di più e sacrificare un po’ di ferie ma manterremo la promessa di cambiare perché questa urgenza deriva da noi”.

Rispetto alle precedenti riforme costituzionali “questo testo uscito dalla commissione è ampiamente condiviso. Lo sostiene una maggioranza che va oltre la maggioranza che sostiene il governo; e non è scontato”

“E’ stato un privilegio partecipare alla discussione generale” sulle riforme. “Non sono mancate polemiche e in alcuni casi anche contestazioni ma è il bello del dibattito e della democrazia. Lo dico perché ne sono convinta e ne è convinto il governo che ha sempre rivendicato l’ascolto di tutti, il dialogo e il confronto. L’abbiamo fatto, lo dico senza tema di smentita, anche sulle riforme costituzionali”.

Maria Elena Boschi in Senato (foto Ansa)