Roma: i passeggeri nella fase 2, le prove alla stazione metro di San Giovanni FOTO-VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 24 Aprile 2020 13:02 | Ultimo aggiornamento: 24 Aprile 2020 13:02
metro roma fase 2

Roma: i passeggeri nella fase 2, le prove alla stazione metro di San Giovanni. Nelal foto Ansa, dipendenti Atac impegnati nelal sperimentazione

ROMA – E’ iniziata alle 7 di oggi, venerdì 24 aprile, ed è finita alle 10 la prima sperimentazione sulla nuova modalità di mobilità sulla metro a di Roma, test preliminare per la Fase 2.

La sperimentazione ha riguardato la fermata San Giovanni delle linee A e C della metro.

Per contingentare i flussi nelle tre ore di sperimentazione i passeggeri sono stati fatti entrare da un ingresso e uscire da un altro.

Provvedimento adottato per entrambe le linee.

Nella sotto stazione è stato inoltre chiuso il canale di collegamento tra le due linee per evitare che i passeggeri si incrociassero creando assembramenti.

Agli ingressi personale permetteva l’entrata di 30 passeggeri ogni 3 minuti e ogni convoglio doveva avere un totale di massimo 150 passeggeri.

Sulla banchina alcune strisce blu con pallini garantiscono la distanza di sicurezza che devono tenere gli utenti. 

sperimentazione fase 2 metro

Foto Ansa

Milano, Sala: “Nella fase 2 purtroppo aumenteranno le auto”

Mentre a Roma si sperimenta, anche a Milano si ragiona sul dopo. Secondo il sindaco Giuseppe Sala, la fase della ripartenza dopo l’emergenza coronavirus avrà come conseguenza che “la capacità del trasporto pubblico diminuirà di molto per cui purtroppo aumenterà il traffico delle auto in una città che normalmente è inquinata”.

Sala lo ha detto sui social nella consueta diretta quotidiana: “Noi stiamo aspettando, e speriamo arrivino il prima possibile, informazioni su come si riaprirà e quando si riaprirà ma ci stiamo portando avanti. E vi parlo di metrò, bus e tram – ha aggiunto -“.

“Troveremo delle formule per mettere il servizio in sicurezza per esempio come si accederà alle stazioni del metrò, come le bloccheremo se il numero è eccessivo, come disegneremo i punti dove le persone potranno stare sulle banchine, o in piedi o seduti nei vagoni”.

Sala ha poi chiamato i cittadini “alla collaborazione perché noi abbiamo 1200 carrozze della metropolitana, 1300 bus e 400 tram, ed è impensabile che mettiamo della gente a controllare che abbiate le mascherine a posto quindi serve la vostra collaborazione” (fonte: Ansa, Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev).