Roma, tensioni al centro accoglienza rom: vigile tira fuori la pistola – VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 31 Marzo 2015 22:38 | Ultimo aggiornamento: 31 Marzo 2015 22:38
Roma, tensioni al centro accoglienza rom: vigile tira fuori la pistola - VIDEO

Roma, tensioni al centro accoglienza rom: vigile tira fuori la pistola

ROMA – “Un vigile ha tirato fuori la pistola e l’ha puntata contro di noi, c’erano anche dei bambini”. A raccontarlo è Denise, una delle nomadi del centro di accoglienza di via Amarilli alla Rustica, periferia di Roma. Ed effettivamente un video c’è, girato da uno dei rom, che testimonia quegli attimi concitati di tensione.

Nelle immagini si vedono il vicecomandante della Polizia Municipale Antonio Di Maggio e alcuni agenti che nel corso dei controlli cercano di portare via un uomo infilandolo in una macchina di servizio. Nella confusione, tra adulti, donne e bambini, una ragazzina colpisce con un manico di scopa sia di Maggio che due suoi uomini; quindi il fermato riesce a uscire dall’auto dei vigili urbani e uno degli agenti usa lo spray al peperoncino contro di lui. La nube colpisce sia l’uomo che le altre persone intorno, tra cui una bambina.

A quel punto un altro agente estrae la pistola dalla tasca e sembra puntarla su un gruppo di nomadi, esclamando “Ora cominciamo”. Un collega, quello che ha usato lo spray, gli intima subito di mettere via l’arma. Nel video si vede poi l’agente con la pistola allontanarsi di qualche metro addossandosi a un muro del centro, con un gruppo di nomadi che gli va intorno provocandolo e riprendendolo con i telefonini.

Per il comandante dei vigili Raffaele Clemente, il suo uomo ha solo tentato di difendere la pistola di ordinanza, per evitare che gli venisse sottratta:

“Nel parapiglia, mentre alcuni agenti sono stati colpiti con oggetti di fortuna come scope e bastoni riportando escoriazioni, uno di loro, circondato da diverse persone, ha impugnato la pistola di ordinanza con il solo obiettivo di evitare che gli fosse sottratta o che potesse cadere a terra.

L’arma – ci tiene a precisare –  non è stata né puntata, né ostentata e né tantomeno usata, come falsamente riportato da alcuni”.

E aggiunge che:

“Di questi fatti riferirò dettagliatamente domani al sindaco di Roma Capitale Ignazio Marino” .

Clemente ha poi sottolineato che martedì mattina gli agenti della municipale sono intervenuti in via Amarilli, “per mettere in sicurezza il centro che lunedì era stato incendiato“. “Gli agenti, tentando di fermare una persona che voleva introdursi illegalmente nell’edificio, sono stati circondati da alcuni abitanti del centro evacuato dopo l’incendio”.