Salvini, appello a Mattarella: “Può far nascere governo così? Unico collante è odio per me”

di redazione Blitz
Pubblicato il 28 Agosto 2019 14:36 | Ultimo aggiornamento: 28 Agosto 2019 14:43
Salvini, appello a Mattarella: "Può far nascere governo così? Unico collante è odio per me"

Matteo Salvini in diretta Facebook lancia un appello a Mattarella prima delle consultazioni

ROMA – “Può far nascere un Governo il cui unico collante e l’odio verso di me?”. E’ l’appello di Matteo Salvini al presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Appello che il leader della Lega intende portare al Quirinale, dove è atteso alle 18 con la sua delegazione per le consultazioni.

In una diretta Facebook Salvini annuncia quello che dirà al Capo dello Stato: “Oggi chiederò questo a Mattarella: lei parlava di un governo forte, con una maggioranza ampia e posizioni condivise. Spero che il presidente prenda atto che questa roba non rappresenta il popolo”.

“Se lei è garante del legame tra popolo e Palazzo – aggiunge Salvini – metta la parola fine a questo spettacolo vergognoso e restituiamo la parola al popolo. Mi auguro che Mattarella ascolti il cuore, la testa, il bene del popolo italiano”. 

“Qualcuno parla di bene dell’Italia, di responsabilità, temi, programmi; tradotto, si parla di poltrone. La verità squallida che sta emergendo è che alcune centinaia di parlamentari disperati sono pronti a tutto pur di non mollare la poltrona e dare la parola agli italiani”. E sottolinea: “Non c’è una maggioranza in questo Parlamento; qualcuno pensa che il Parlamento degli opposti e dei perdenti possa dare un futuro a questo Paese?”.

Se dovesse nascere il governo giallorosso, “si legge Conte bis, e si dice Monti bis”, ha aggiunto il leader del Carroccio. “Nasce da Parigi, Berlino, Bruxelles”, “per non mollare le poltrone, è il governo del massimo inciucio”.

Infine l’ultima mossa disperata: “Non si parla più del taglio dei parlamentari. Noi saremmo pronti, ma il tema è sparito perché il Pd non vuole tagliare niente”.

Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev