Salvini ad Atri (Teramo). Gli tirano un uovo, lui: “Imbecille, mia nonna ti avrebbe dato due schiaffi” VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 4 Febbraio 2019 11:10 | Ultimo aggiornamento: 4 Febbraio 2019 11:10
Salvini a Teramo

Salvini ad Atri (Teramo). Gli tirano un uovo, lui: “Imbecille, mia nonna ti avrebbe dato due schiaffi”

TERAMO – Matteo Salvini sta parlando dal palco di Atri in provincia di Teramo. Qualcuno gli tira un uovo e lo manca. Il ministro dell’Interno se ne accorge, blocca il comizio, e dice al diretto interessato: “Imbecille, mia nonna ti avrebbe dato due schiaffi” .

“Imbecille, mia nonna ti avrebbe dato due schiaffi”.  L’uovo lanciato in direzione Salvini colpisce una signora. Lui si scusa e la invita sul palco e chiede alla piazza di applaudirla.

Il video è stato postato su Facebook e ripreso dall’Agenzia Vista di Alexander Jakhnagiev

Poche ore prima, Salvini era stato a Giulianova, sempre in provincia di Teramo, per un altro comizio. Qui, tra le tante divise che sceglie di indossare, aveva deciso di mettersi la maglia della squadra di calcio locale. La dirigenza del Real Giulianova non ha però gradito ed ha scritto un comunicato in cui si è dissociata dalla scelta del ministro. “A Giglie di Capitano ne abbiamo solo uno e il suo nome è Federico Del Grosso. Sempre e solo Forza Giulianova”.

 “Il Giulianova a nome del Presidente Luciano Bartolini, dirigenti e tesserati – si legge – si dissocia da quanto accaduto nella giornata di ieri in occasione del comizio politico tenuto dal ministro Salvini nella Città di Giulianova.Sulla maglia c’era il numero 1 con la scritta “il capitano” e sopra “Matteo Salvini”. 

“Premettendo che nulla abbiamo contro il ministro Salvini – ha scritto la squadra di calcio su Facebook – , ribadiamo con forza che non permettiamo a nessuno di strumentalizzare i nostri colori per fini politici. I nostri colori e la nostra maglia hanno una storia gloriosa e un valore inestimabile per tutti i nostri tifosi e proprio per questo rivendichiamo il rispetto che non ci è stato dato. “La maglia è SACRA”.