Salvini contro il lockdown a Natale: “Chi lo dice commette un crimine” VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 Ottobre 2020 14:08 | Ultimo aggiornamento: 16 Ottobre 2020 14:08
Matteo Salvini contro il lockdown a Natale: "Chi lo dice commette un crimine" VIDEO

Salvini contro il lockdown a Natale: “Chi lo dice commette un crimine” (Foto da video)

Salvini contro l’ipotesi del lockdown a Natale: “Chi lo dice commette un crimine contro gli italiani”.

Il leader della Lega, Matteo Salvini, se la prende contro chi parla di lockdown a Natale. Ma anche contro l’ipotesi (sempre più probabile) di un coprifuoco alle 22 immediatamente.

Salvini: “Chi dice lockdown a Natale commette un crimine”

“Chi dice forse facciamo un lockdown a Natale commette un crimine nei confronti del popolo italiano”. Lo ha detto il leader della Lega Matteo Salvini durante il punto stampa a Bi.Mu. “Gli italiani dal Governo si aspettano chiarezza e certezze, non supposizioni e idee. Non è ammesso il forse o il vedremo”, ha aggiunto Salvini. 

“Noi chiediamo al Governo che si prenda la responsabilità delle sue scelte” ha poi rimarcato Salvini. “Mi chiedo – ha proseguito – che cosa si è fatto per prevenire una seconda ondata in questi sei mesi. Non vorrei che qualcuno si fosse seduto, sperando che il buon Dio ce la mandasse buona e a ottobre punto e a capo. L’Italia non si può permettere un’altra chiusura generalizzata. Se ci sono dei dati scientifici, si traggano le conseguenze da quelli. Chiediamo certezze”.

Salvini con la mascherina pro Trump

Alla Fiera di Milano a Rho per una visita a Bi.Mu, il salone delle macchine utensili, Matteo Salvini si è presentato indossando una mascherina bianca con con stampato lo slogan elettorale Trump 2020.

“Non ho perso la speranza che vinca”, ha risposto il leader della Lega ai cronisti durante un punto stampa, per poi proseguire il suo giro tra gli stand. 

“Il coprifuoco si fa in guerra”

“Tutti a casa dopo le 9 di sera significa ammazzare la seconda potenza industriale e manifatturiera”, secondo il leader della Lega Matteo Salvini. “Il coprifuoco – ha risposto Salvini a una domanda su questa eventualità – si fa in tempi di guerra. Non penso che il virus vada a letto alle 21.30. Mi spieghino l’evidenza scientifica per cui posso girare per Milano fino alle 21 e poi devo andare a casa. Mi sembrano cose strampalate e prive di senso”, ha aggiunto Salvini.(Fonti: Ansa e Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev)